fbpx
Home DecorLifeStyleSenza categoria

Progetti: ambienti comuni multifunzionali e zona notte intima

È bene fare una premessa: la casa è quel luogo che ci rappresenta. Essa è direttamente legata al nostro modo d’essere e dice chi siamo alle persone che vi entrano molto più di quello che possiamo credere.

Ci troviamo a Catania, alle spalle di Viale Marco Polo, all’ interno di un complesso edilizio formato da villette bifamiliari composte da tre livelli con giardino; i clienti, una coppia giovane con una bimba piccola, desideravano una casa “fresca e vivace”, un po’ come loro.

Dinamismo e metamorfosi, quindi, sono state le due parole chiave di questo progetto, ad ogni suo piano.

Al piano terra (zona giorno), da cui si ha l’accesso diretto al giardino, è stato creato un unico ambiente multifunzione, dove poter ospitare molti amici e svolgere diverse attività contemporaneamente: vedere un film, giocare alla playstation, giocare a carte, prendere un drink al minibar, cenare o semplicemente fare un caffè.

Solaria Sclafani Architetto   Solaria Sclafani Architetto  Solaria Sclafani Architetto   Solaria Sclafani Architetto

Al piano primo (zona giorno) è nata l’idea di creare un solido centrale che definisse lo spazio fuori e dentro di sé. Il cubo realizzato muta l’ambiente che lo circonda permettendo, non solo un dialogo dinamico aprendo e chiudendo visuali tra gli ambienti e l’esterno e tra gli ambienti stessi, ma crea uno spazio fluido in continua metamorfosi. In esso poi sono contenuti quegli spazi utili, come guardaroba ospiti, bagno ospiti e micro lavanderia, indispensabili in una casa su più livelli.

Solaria Sclafani Architetto   Solaria Sclafani Architetto   Solaria Sclafani Architetto   Solaria Sclafani Architetto

Al piano secondo (zona notte) dinamismo e metamorfosi si traducono nella progettazione di una camera da letto che diviene una suite d’albergo. Un luogo di pace e privacy in cui potersi rilassare e ricaricare le forze. Camera e bagno non sono due ambienti divisi, sono connessi tra di loro attraverso una grande vetrata (oscurabile) posta sulla grande vasca da bagno.

Solaria Sclafani Architetto   Solaria Sclafani Architetto   Solaria Sclafani Architetto    Solaria Sclafani Architetto

Infine, tutti gli arredi (librerie, isola della cucina, armadi, mobili dei bagni, etc.) sono stati realizzati su misura, rendendo la casa il “luogo unico” che ci rappresenta.

Foto credits: Solaria Sclafani – www.solariasclafani.it

Tags
Mostra di più

Solaria Sclafani

Si laurea in architettura nel 2004. Lo stesso anno inizia a collaborare nello studio del padre, dove si confronta con progetti di restauro e rifunzionalizzazione. Con lui progetta alcuni tra i più importanti hotels e spa della sicilia orientale. Nel 2010 consegue un master in interior design presso lo ied. Durante quel periodo progetta case nella campagna toscana ed alcuni attici a Roma. Inizia così un percorso progettuale che la porterà ad una spazialità pura ed essenziale con una forte interazione visiva con il paesaggio circostante; razionale e riconoscibile fonda le sue radici nella preesistenza senza formalismi e mimetismi. Un linguaggio pulito ed ordinato caratterizzato dal rigore formale e cromatico, dall'assenza di elementi puramente decorativi, e dall'utilizzo di materiali naturali.

Potrebbe interessarti anche

Leggi Anche
Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker