fbpx
CronacheNews in evidenza

Primo caso di guarigione da Covid 19 al Cannizzaro

A Catania il primo guarito siciliano di Coronavirus.

La notizia, riportata dal quotidiano “Repubblica”, rappresenta una grande vittoria per tutto il comparto ospedaliero siciliano.

Il docente dell’Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria è finalmente uscito dal reparto di terapia intensiva, dove era ricoverato da giorni, presso l’Ospedale Cannizzaro di Catania.

«Posso dire con certezza che l’Utir di Catania è una piccola Svizzera» afferma rincuorante il professore.

Come ha preso il virus il professore?

Il docente universitario avrebbe contratto il virus durante una conferenza svoltasi a Udine, il mese scorso.

Al convegno parteciparono tantissimi docenti della penisola e molti di questi qualche settimana dopo manifestarono sintomi simili al virus e in alcuni casi, accertati tra i positivi.

«Dopo 10 giorni di febbre a 39 e 40 la situazione ha cominciato a preoccuparmi

L’esperienza in Ospedale

Il professore recatosi presso l’Ospedale Cannizzaro, in particolare nel reparto Utir, è stato immediatamente posto in terapia intensiva mentre in serata l’esito del tampone faringeo è risultato positivo.

L’uomo ha ammesso il suo incredibile stupore alla notizia di aver contratto il virus, infatti, non credeva che un evento simile potesse riguardarlo personalmente.

Tuttavia, affidandosi completamente alle cure del personale ospedaliero qualificato è riuscito a uscire da questa terribile esperienza

Le parole del docente

«Se qui a Catania non è successo quello che è accaduto a Codogno, lo si deve al direttore dell’Utir e al personale di quel reparto. Non rientrando nei casi sospetti sarei andato al pronto soccorso, sarei rimasto quattro o cinque ore in sala d’aspetto e avrei contagiato tutti, sarebbe stato catastrofico»

Queste le parole di ringraziamento del professore di Reggio Calabria verso il Dottor Sandro Di Stefano, direttore dell’Utir e il personale infermieristico dell’Ospedale Cannizzaro.

G.G.

 

 

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker