fbpx
NewsPoliticaPrimo Piano

Prg Catania. Pogliese illustra le linee guida

Con il piano del sindaco si supera il concetto delle varianti. Entro un paio d'anni il nuovo piano urbanistico atteso 50 anni. Su Bianco il no comment del sindaco.

Al Consiglio comunale oggi il primo atto per superare la gestione delle varianti ed avere un Prg all’avanguardia con i tempi. Atteso da 50 anni entro un paio di anni lo strumento dovrebbe dare a Catania la possibilità di cambiare volto ma soprattutto un nuovo modo di gestione urbanistica.

Pogliese presenta le linee guida del nuovo Prg Catania

Il primo passo, verso quella che per il capoluogo etneo sarebbe una svolta, lo ha compiuto il primo cittadino etneo Salvo Pogliese che ha presentato al Consiglio comunale le linee guida. Con queste si potrà stilare ed approvare un nuovo Prg, tanto atteso ai piedi dell’Etna, a sostituzione dell’attuale vecchio di 50 anni. Via al sistema delle varianti, delle emergenze. Si va verso un piano strutturale complesso e innovativo che dia la possibilità a Catania di poter affrontare le sfide urbanistiche del nuovo millennio.

Provvedimento atteso dal 1969

Ai microfoni de L’Urlo, al termine del Consiglio comunale odierno è lo stesso sindaco Pogliese ricorda che il nuovo Prg Catania è atteso dal 1969 «Catania è l’unica città dove questo è accaduto. È doveroso dotare la città di un nuovo strumento coerente alle mutate condizioni socio-economiche e a quello che è accaduto da un punto di vista urbanistico». Pogliese puntualizza che l’Amministrazione si è confrontata per parecchi mesi con gli ordini professionali, con le associazioni datoriali, le forze sociali, i consigli di circoscrizione e le associazioni ambientaliste. «Il confronto è stato capillare ed è durato 4 mesi. Lo strumento è stato prima del Consiglio presentato alle commissioni consiliari competenti».

All’interno linee guida del Prg Catania presentate da Pogliese, vi sono delle filosofie di base che guideranno le scelte per la predisposizione dello strumento. Sono previsti, spiega il primo cittadino etneo «l’applicazione di meccanismi perequativi per evitare un discorso speculativo; il saldo zero del consumo del suolo. Sarà data particolare attenzione al rischio sismico e idrogeologico. Infine una interconnessione fra la linea metropolitana di Catania e l’Amt».

Università Bandita, Bianco e Licandro. Pogliese: “No comment”

Sul coinvolgimento  nell’inchiesta Università Bandita dell’ex sindaco di Catania Enzo Bianco e dell’ex assessore Orazio Licandro, Pogliese a microfoni spenti ha detto a L’Urlo: «preferisco non commentare. È una questione di stile anche se penso che a parti invertite sarebbe stato diverso».

Tags
Mostra di più

Salvatore Giuffrida

Classe 70. Giornalista per passione ma nella vita passata chimico e topo di laboratorio. Un buon vino ed un piatto tipico sono sempre ben accetti. Per gli animali un amore sconfinato.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.