fbpx
LifeStyleSport

Prendi la vita con più Yoga!

“Devi crescere dall’interno verso l’esterno. Nessuno può insegnarti. Non c’è maestro all’infuori della tua anima” come afferma il mistico indiano Vivekananda. Occorre fare scorrere la vita con più leggerezza, in questa realtà moderna così frenetica; ritagliamo un momento per noi stessi e per la nostra pace interiore. Lo Yoga non è solo uno sport, ma una vera filosofia di vita! Sara è un’insegnante di Yoga che ha deciso di condividere la sua passione attraverso un canale YouTube La scimmia Yoga ed un sito web per spiegare ed eseguire molte posizioni per tutti i livelli. Nessuna scusa perchè tutti possiamo praticare lo Yoga per un benessere a 360° del corpo e dello spirito. I benefici sono molti ed i risultati arriveranno con pazienza. “Ciò che non posso fare ora è il segno di ciò che farò più tardi. Il senso dell’impossibilità è l’inizio di tutte le possibilità– Sri Aurobindo.  “Iniziando a fare Yoga, è come se ci togliessimo di dosso una pesante armatura”. Prima di tirare fuori il tappettino però, conosciamo meglio la nostra insegnante che ci aiuterà a comprendere meglio questa affascinante disciplina. “La meditazione non è altro che un tornare a casa, un semplice riposarsi un po’ all’interno del proprio essere” afferma Osho. Namasté!

epg

Sara, dove hai studiato per diventare un’insegnante?

«Ho iniziato a praticare Yoga in Italia, ma una volta arrivata in Messico, ho conosciuto la mia insegnante e con lei il Vinyasa Yoga. Ho seguito quindi il suo corso di formazione, per diplomarmi come insegnante. E’ stato un percorso estremamente interessante, che mi ha aperto a un nuovo mondo.»

“Vinyasa Yoga”. Ci spieghi di cosa si tratta?

«Il Vinyasa è una forma dinamica di Yoga. L’idea dietro a questo stile di pratica è di far fluire le posizioni con il ritmo del respiro. Questo fa si che si riesca a mantenere la concentrazione su una respirazione regolare durante tutta la pratica. La sua dinamicità lo rende uno stile che richiede molta energia ed è proprio questo che attira molti praticanti.»

Come mai hai deciso di dedicare la tua vita a questa disciplina?

«Sono sempre stata una persona molto sportiva e devo dire di aver provato un po’ tutti gli sport. Con nessuna disciplina però sono riuscita a sentirmi così coinvolta in modo da continuare a praticare giornalmente con costanza. Credo che questo sia dovuto al fatto che lo Yoga non è un semplice esercizio fisico, ma mette in gioco molto di più. Quando ho iniziato a praticare Yoga, ho iniziato a rivedere molte cose nella mia vita, come la dieta e il modo di affrontare il mio lavoro e grazie a questi cambiamenti, ho iniziato a sentirmi meglio, sono più tranquilla e sicura.»

Perché praticare lo Yoga, quali sono i principali benefici?

«La pratica delle posizioni dello Yoga è un esercizio completo, studiato per mantenere tutto il corpo in forma. Tutte le posizioni hanno uno specifico allineamento e questo è perché l’intenzione è quella di migliorare la postura, andando a correggere le cattive abitudini. Oltre alla parte più prettamente fisica, lo Yoga è anche un esercizio di introspezione. La pratica ci insegna a migliorare la nostra forza di volontà e la nostra costanza. Inoltre, riuscire in posizioni sempre più complesse, ci fa capire quanto sia importante controllare la nostra mente per riuscire a passare oltre agli ostacoli, che lei stessa ci crea.»

sdu005

Lo Yoga è sconsigliato a qualcuno? Si può praticare anche in gravidanza?

«Lo Yoga è per tutti, senza distinzione di età o sesso! La cosa bella infatti è che ogni posizione può essere eseguita a mille diversi livelli e quindi chiunque può praticare. Lo Yoga è adatto anche per le donne in gravidanza, ma è importante che si seguano delle lezioni specifiche e con un’ insegnante diplomata in Prenatal. Questo perché le posizioni devono chiaramente subire delle modifiche per poter essere eseguite.»

Lo Yoga è indicato per perdere peso?

«Si, certo. Gli stili più dinamici in particolare, come il Vinyasa e l’Ashtanga, richiedono molta energia per la pratica e sono ottimi per bruciare calorie e controllare il proprio peso corporeo.»

sdu002

Quanti stili di Yoga esistono e quali sono le principali differenze?

«Esistono veramente molti stili di Yoga, che fanno riferimento a differenti scuole e maestri. Le posizioni che vengono praticate sono per tutti le stesse, magari con qualche interpretazione differente, ma ciò che cambia è il modo di eseguirle. Ci sono infatti alcune pratiche più rilassanti come quella dell’Hatha o dello Yin Yoga, altre più incentrate sulla postura e l’allineamento come l’Iyengar Yoga ed altre ancora più focalizzate sulla respirazione come il Kundalini Yoga. Questi sono alcuni degli stili, ma in verità ce ne sono moltissimi ed è molto interessante poter sperimentare così tante sfumature della stessa disciplina.»

A cosa deve fare attenzione un principiante? Quali sono gli errori più comuni da evitare durante una pratica?

«L’errore più comune è quello di voler ottenere tutto subito! Lo Yoga è la pratica della pazienza e della costanza. Il nostro corpo può fare cose meravigliose, ma dobbiamo dargli il tempo. Cercare di ottenere tutto alle prime lezioni e non ascoltare i segnali che ci manda il nostro corpo è uno degli errori più comuni. Il lavoro che facciamo con lo Yoga non deve essere sofferenza, ma comprensione del nostro corpo e accettazione dei nostri limiti.»

sdu003

In quanto tempo si acquista agilità nei vari movimenti ed esecuzioni?

«E’ difficile dare un tempo, perchè siamo tutti diversi per costituzione, età e storia. Io quando ho iniziato ero l’antitesi della flessibilità e mi risultava difficile reggermi in qualsiasi posizione, ma già nel primo mese ho visto dei cambiamenti incredibili sia per la flessibilità che per la forza muscolare.»

Facciamo insieme qualche esercizio! Quale ci consigli per iniziare?

«Sul mio canale di YouTube ho dedicato una playlist apposta per i principianti, per guidarli attraverso le prime posizioni.»

Ecco qui la playlist

I primi segnali che il corpo ti invia quando stai eseguendo gli esercizi correttamente?

«Una sensazione bellissima che offre lo Yoga è quella di riuscire a creare più spazio nel proprio corpo. Spesso la postura che teniamo, rimanendo sempre in determinate posizioni, ci rendere rigidi e iniziando a fare Yoga, è come se ci togliessimo di dosso una pesante armatura

10996_825181454170267_1456408802859225562_n

Quante volte bisognerebbe praticare questo sport per avere realmente dei benefici?

«L’ideale sarebbe praticare sei giorni la settimana, ma se questo non fosse possibile, va benissimo mantenere una costanza di 3 giorni la settimana.»

Hai un canale Youtube ed organizzi corsi online per tutti i livelli. Lo yoga, come lavoro, paga più lo spirito o il portafoglio?

«Per il momento mi considero sempre più ricca spiritualmente, anche perchè ho finalmente la possibilità di fare ciò che mi piace. Un giorno spero di riuscire a pagare anche tutte le bollette grazie allo Yoga e farlo diventare il mio unico lavoro, per potermici dedicare totalmente.»

Spesso si rinuncia ad una lezione di Yoga perché praticarla in palestra è più costosa rispetto ad altre discipline sportive. E’ possibile iniziare da zero anche da casa, attraverso il computer?

«Si certo, è possibile iniziare da zero seguendo corsi e lezioni online. Io infatti propongo sia un corso per iniziare che uno di livello superiore: http://www.lascimmiayoga.com/videocorso-01/  Quello che suggerisco però è anche di provare qualche lezione dal vivo, magari anche di stili diversi dal mio. In questo modo, si può conoscere un differente approcio alla disciplina e magari comprenderne meglio alcune sfumature.»

10501614_845263075495438_571768845052488890_n

Si accosta spesso lo yoga al pilates. Sono davvero così simili?

«Si, in effetti, per il tipo di esercizio svolto e per l’attenzione all’allineamento, sono due discipline molto simili.»

Si sente spesso parlare di “termini sanscriti”. Quali sono i termini più usati durante una lezione? Ci spieghi il loro significato?

«Tutte le posizioni hanno dei nomi in sanscrito, perché derivano dalla tradizione indiana. La maggior parte sono dei termini composti; ad esempio: la posizione del cane a faccia in giù: Adho (verso il basso) Mukha (faccia) Savanasana (Svana=cane Asana=posizione). Ci sono poi una serie di termini che vengono spesso usati come Chakra che letteralmente significa ‘cerchio’ o ‘ruota’, ma indica determinati centri energetici del nostro corpo. E’ interessante conoscere e studiare questi termini, ma a me non piace dare per scontato che tutti li conoscano ed è per questo che nei miei video cito sempre anche la traduzione in italiano e nel mio libro ho inserito un piccolo dizionario per questi termini.»

Consigli qualche esercizio ai i nostri lettori per cominciare la mattina carichi di energia?

«Certo! Per chi si è appena avvicinato allo Yoga consiglio questa pratica del risveglio, dolce ed energetica allo stesso tempo:

Per chi ha già un po’ di esperienza consiglio invece questa pratica completa di 20 minuti:

»

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker