fbpx
Nera

Pranzo con “sorpresa” in via Plebiscito, denunciato cameriere

Un cameriere promuoveva il “cavallo di ritorno” dopo il furto di un’auto in via Plebiscito. La vittima è un giovane messinese.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno denunciato un pregiudicato catanese di 46 anni, poiché ritenuto responsabile di estorsione. Il 34enne coinvolto si trovava domenica intorno alle 13:30, insieme alla fidanzata, a pranzo in un ristorante tipico di via Plebiscito. L’uomo aveva parcheggiato la propria Fiat Panda nella vicina via Stellata. Alla fine del pranzo, recandosi a riprendere l’auto, l’amara sorpresa: qualcuno l’aveva rubata.

Dopo una breve ricerca nelle vie adiacenti, il poveretto è ritornato nel locale dove ha trovato “conforto” in uno dei camerieri. Quest’ultimo si è offerto di aiutare il giovane a ritrovare la macchina, ovviamente dietro pagamento di una “penale”. Avendo acquisito il benestare del proprietario del bene, lo ha invitato a fornirgli il numero di telefono e ad allontanarsi in attesa di notizie.  Alle 17:45 una telefonata ha chiesto alla vittima a recarsi nei pressi del ristorante. L’uomo giunto sul posto veniva rassicurato dal cameriere: «Oggi sei stato graziato, te le caverai solo con 800 euro, ne volevano molti di più». Il 34enne, dopo aver ritirato il denaro in uno sportello automatico, ha consegnato tutto al cameriere. Così, in via Daniele, la Fiat Panda è comparsa magicamente.

Avendo già segnalato al numero unico delle emergenze il furto dell’auto la vittima ha preferito recarsi nella vicina Compagnia Carabinieri di piazza Dante, dove i militari, oltre ad acquisirne la denuncia, ne hanno approfondito i contenuti riuscendo ad identificare e denunciare il cameriere disonesto.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker