fbpx
Sport

Post Catania-Lecce: le dichiarazioni dei protagonisti

Al termine del match vinto dal Catania per 2-0 contro la capolista Lecce sono intervenuti in sala stampa il tecnico etneo Rigoli, Di Grazia, Bucolo, Di Cecco e Silva il cui tiro deviato ha permesso di sbloccare la partita.

Queste le loro dichiarazioni:

Andrea Di Grazia: “Volevamo vincere dopo il pareggio di Melfi, tutte le partite sono difficili. Questi tre punti ci daranno morale e fiducia. Ero troppo contento del gol perchè ci ha permesso di chiudere  la gara. Calil? Si impegna come tutti e dà il 100% come tutti noi”.

Mister Rigoli: “Non ci sono mai stati problemi. Tutti sappiamo che nel calcio contano i risultati. Oggi una deviazione ci ha permesso di passare in vantaggio poi ci siamo sciolti, in altre partite abbiamo avuto episodi sfavorevoli. Il Lecce è tra le migliori squadre del campionato. Non sono arrabbiato, sono freddo e bado alle critiche che arrivano dopo i risultati. Mazzarani mi ha sorpreso perché è stato in campo fino al 80′, gli unici dubbi erano relativi alla tenuta atletica. Barisic? Buona gara, ha lavorato di più per la squadra sacrificandosi”

Silva: “Sono contento per la mia prova e per quella della squadra. Ho fatto gol con un tiro di m****, ma va bene cosi, ciò che conta è il risultato finale. Mi sono allenato bene questa settimana e il mister mi ha premiato. Rispetto al calcio brasiliano qui in Italia serve intensità costante, il mister mi dice sempre che se riuscirò a coniugare tecnica e intensità diventerò un grande giocatore”.

Di Cecco“Gioco sempre per il bene della squadra, sapevo di aver di fronte Torromino, il migliore esterno offensivo del campionato, dovevo dare qualcosa in più oggi. Sin da subito ho cercato di fargli capire che sarebbe stata dura per lui. Il pubblico ci ha aiutato tanto, ma dobbiamo imparare a giocare cosi in campi come quello di  Melfi. Se il mister me lo chiede, gioco anche in porta. Se giochiamo con umiltà come oggi, poi con i nostri attaccanti un gol ci scappa sempre. In Lega Pro non ho mai visto un bel gioco. Se pensiamo di aver vinto il campionato come successo dopo la gara con la Juve Stabia, contro la Paganese avremo una brutta sorpresa”.

Bucolo: “Abbiamo affrontato questa partita difficile benissimo, sono contento per tutti noi. Dobbiamo vincere anche con le piccole squadre. Sapevamo che avevano le mezzali forti, dovevamo agire di reparto, e lo abbiamo fatto. Segnare non è il mio forte, ma ci provo sempre. I gol li lascio agli attaccanti. Mazzarani?  Giocatore di qualità che ci darà una grossa mano. Questa settimana ne abbiamo sentite tantissime ma non ci siamo fatti condizionare”.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button