fbpx
CronachePrimo Piano

Porta Ferdinandea rivitalizza il centro storico

Da Porta Uzeda a Porta Ferdinandea: previsto a novembre l'evento che coinvolgerà il centro storico

Porta Ferdinandea è al centro delle attenzioni della I Municipalità. Il 19 settembre scorso, alla presenza degli assessori Alessandro Porto e Barbara Mirabella, un passo avanti è stato fatto per il progetto “Da Porta a Porta”.
Ecco la proposta della III Commissione approvata all’unanimità dalla I Municipalità presieduta da Paolo Fasanaro.

Da Porta Uzeda a Porta Ferdinandea: iniziativa strutturata per il centro storico di Catania

«”Da Porta a Porta”, ovvero da Porta Uzeda a Porta Ferdinandea (il Fortino, per intenderci) è il progetto che da un anno discutiamo e portiamo avanti in III Commissione», rivela il presidente della III Commissione in I Municipalità, Pasquale Bertolo. «Attraverso questa iniziativa, con tutti i consiglieri di commissione, vogliamo portare dal cuore alla periferia del centro storico attività ludico sportive e culturali, chiudendo il traffico veicolare una volta al mese, nel tratto che va da Porta Uzeda al Fortino».

«Questo progetto lo abbiamo studiato insieme e proposto in Consiglio di Circoscrizione principalmente per favorire il flusso turistico verso Porta Ferdinandea e migliorare l’offerta del tratto interessato ai cittadini», continua Bertolo. «Oggi  – puntualizza – parliamo di sperimentazione del progetto. Dopo la votazione favorevole all’unanimità, sono intervenuti anche gli assessori Barbara Mirabella e Alessandro Porto che hanno dato esito positivo».

E anticipa: «Speriamo di riuscire ad arrivare a realizzare il progetto entro novembre. Oppure dalla primavera per avere condizioni climatiche favorevoli per le associazioni, per i cittadini e per i turisti che parteciperanno alle iniziative che programmeremo a Porta Ferdinandea tra spettacoli teatrali, musicali e di danza d’epoca e di tradizione».

L’appello del Presidente Paolo Fasanaro

«Mi auguro che questa iniziativa, grazie al fondamentale supporto dell’amministrazione che attraverso gli assessori Porto e Mirabella ha mostrato la sua disponibilità, possa essere presto concretizzata», dichiara il Presidente di I Municipalità Paolo Fasanaro.

«Tutto il consiglio (della I Municipalità, n.d.r.) – continua – lavora costantemente da mesi per coinvolgere le realtà locali ed offrire a cittadini e turisti una mattinata all’insegna della cultura e dello sport»

Il Presidente Fasanaro lancia quindi un appello ai protagonisti principali dell’iniziativa che coinvolgerà Porta Ferdinandea.

«Colgo l’occasione per lanciare un appello a tutte le associazioni, a tutte le attività commerciali e a chiunque voglia partecipare attivamente a mettersi in contatto con gli uffici della I municipalità per aderire e collaborare fattivamente alla stesura del progetto».

“Da Porta a Porta”: l’amministrazione accoglie con entusiasmo l’iniziativa

«Più volte ci siamo incontrati per sostenere questa iniziativa della I Municipalità e ravvivare questo quartiere, da Porta Uzeda al Fortino». A confermare con entusiasmo l’iter dei lavori consiliari è l’assessore Barbara Mirabella.

«Questa iniziativa – prosegue – abbraccia tanti momenti e luoghi di rilievo della nostra città. Ci concentreremo sulla buona riuscita dell’evento in sinergia con i consiglieri della I Municipalità che già si sono attivati per coinvolgere sia i commercianti che i cittadini. Vorremmo riuscire a proporre intanto un test nel periodo pre-natalizio verso la fine di novembre».

L’assessore Mirabella entra quindi nel merito dell’organizzazione. «Personalmente mi occuperò di razionalizzare le risorse e coinvolgere le associazioni e gli operatori che interverranno a supporto all’offerta. L’assessore Alessandro Porto sta seguendo l’aspetto della viabilità».

Quale impatto per la viabilità?

«L’idea – illustra l’assessore Alessandro Porto – è di dividere in due parti l’intera area interessata all’iniziativa. La prima, parte da Piazza Duomo fino a piazza San Francesco per proseguire quindi fino a piazza Palestro. Stiamo studiando e valutando la soluzione migliore per non chiudere tutte le strade».

«Si tratterebbe di un evento unico che organizzeremmo con la Sostare. Quella presentata dalla I Municipalità – sottolinea l’assessore – è un progetto valido che presenteranno nel dettaglio e che sarà valutato dall’amministrazione comunale».
«Queste iniziative sono da noi gradite. Inoltre – ribadisce – il sindaco ha puntato molto nel programma sulla riduzione del decentramento delle periferie. Infatti, nulla esclude che il progetto della I Municipalità possa essere replicato anche in altri quartieri».

Grande attenzione anche per le attività commerciali.

«Il nostro obiettivo è di concentrarci e migliorare la situazione in cui versano i commercianti del centro storico e soprattutto nelle periferie. Manifestazioni come “Da Porta a Porta” favoriscono anche l’economia generale della città e migliorare l’offerta turistica». L’assessore, quindi, si complimenta con il presidente e con tutti i presidenti di circoscrizione della città per le iniziative portate avanti e sviluppate con l’amministrazione.

Raggiunto telefonicamente in serata, il presidente della Sostare Luca Blasi sarà lieto di valutare il progetto. D’altra parte, Sostare e il suo Presidente hanno sempre manifestato parere favorevole a questo genere di proposte.

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker