fbpx
CronacheNews

Pontificale S. Agata affidato al Card. Calcagno che coprì i preti pedofili

Il Pontificale di quest’anno sarà affidato al Cardinale Domenico Calcagno, personalità che ha fatto molto discutere per la gestione economica della diocesi in cui ha operato e per la vicenda di alcuni fascicoli di preti pedofili di fatto messi in un cassetto e fatti giacere li, lontano da occhi indiscreti.

pontificale calcagno programmaI casi di preti pedofili coperti

Questo ultimo aspetto è emerso proprio quando la magistratura savonese fece perquisire la cassaforte della diocesi savonese sequestrando i documenti contenuti, si trattava di alcune relazioni relative ai preti pedofili della Diocesi firmate da Calcagno.

Presenti anche alcune lettere firmate dallo stesso vescovo e inviate a Ratzinger, contenenti precise indicazioni che invitavano a occultare le responsabilità dei sacerdoti che avevano compiuto abusi sui minori nel savonese.

I grandi scandali della pedofilia, denunciati da Francesco Zanardi, si articolano sotto il suo mandato. Prima il caso di don Barbacini, sviluppatosi già con il vescovo Lafranconi, e poi il caso di don Nello Giraudo, condannato nel marzo 2012, il cui valzer da una parrocchia all’altra era stato voluto proprio dal cardinale Calcagno.

Oltre la questione pedofilia c’è un altro punto poco chiaro che resta aperto sull’esperienza savonese di Calcagno e che si intreccia con la figura di don Carlo Rebagliati, per moltissimi anni economo della diocesi savonese.

Conti sospetti

Dal 2000 al 2007 i conti della Curia sono finiti nel mirino della magistratura in una inchiesta ancora aperta dove si stanno accertando eventuali irregolarità nella contabilità finanziaria della diocesi. Accuse sollevate proprio da Rebagliati che aveva chiesto più volte di abbandonare l’incarico di economo, dissociandosi pubblicamente dalla gestione di Calcagno.

Un cardinale troppo discusso su cui pesano le parole di commento pronunciate dal parroco di Lavagnola don Giovanni Lupino. «Anche questo è un segno di speranza per il rinnovamento della chiesa. L’auspicio è uno solo: che chi viene escluso dalle cariche nello Ior non venga poi “promosso” in qualche diocesi innocente, costretta suo malgrado a fare i conti con alcuni personaggi».

Oggi però il cardinale è stato “riabilitato” da Mons. Salvatore Gristina che gli ha affidato l’incarico di farci la predica , e da quale pulpito arriverà la predica di S. Agata quest’anno, da quale pulpito ci chiediamo.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi Anche
Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker