fbpx
CronacheNeraNewsNews in evidenza

Poliziotto suicìda, settimo caso in Polizia

Domenico D’urso, Ispettore Capo di 48 anni in servizio alla Sezione di Polizia Stradale di Catania si è ucciso sabato scorso con l’arma d’ordinanza lasciando la moglie e i due figli. Si è tolto la vita nell’alloggio del Dirigente, un locale in disuso sito all’interno della caserma di via Antonio Caruso di Ognina. La notizia resa nota soltanto ieri.
Ci riporta Meridionews le parole della lettera che ha scritto prima di lasciarci :”
 Ero da solo. E, da solo, mi collocarono in un posto di fortuna, nell’ultima stanza dopo l’archivio. Chiamata – “La grotta. Considerazione, rispetto zero. Con gli anni le pratiche si accumularono e le procedure diventarono sempre più complicate. Io sempre da solo.”
Alcuni colleghi con cui aveva un rapporto più approfondito raccontano che la sera prima dell’accaduto aveva avuto una forte lite in famiglia , la quale probabilmente l’aveva portato a quell’orribile gesto.
Raccontano fosse davvero una brava persona, girava le scuole per invitare i ragazzi ad essere responsabili e attenti soprattutto durante la guida.
Aveva dichiarato durante un’intervista ad una testata locale :” Il progetto è quello di avvicinare i giovani alle forze dell’ordine, di vedere le forze dell’ordine sotto un’altra facciata e punto di vista.” “La soddisfazione più grande, dopo aver fatto i nostri incontri a scuola è quella che i ragazzi ci vengano a cercare e si rivolgano alle autorità, confessando il loro cambiamento e modo di pensare, questo per noi è il traguardo più importante».
Questo il settimo caso in Polizia, il diciottesimo nelle Forze Armate dall’inizio dell’anno 2015.
Adesso sarà la Procura di Catania ad occuparsi del caso e applicare gli adeguati provvedimenti grazie al fascicolo del caso che gli è stato consegnato dalla squadra mobile.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker