fbpx
CronacheSenza categoria

Gravi carenze alla Polizia stradale, la denuncia del Coisp

Catania –  Gravi carenze, non solo di personale, ma anche igienico sanitarie. E’ la denuncia del Coisp, il sindacato di polizia, sulle attuali condizioni della sezione della polizia stradale di Catania.

“I bagni sono sudici, – dichiarano dal sindacato –  i cestini della spazzatura straripano di immondizia sin dalle prime ore del mattino e ciò in quanto – evidentemente – le pulizie non vengono svolte in modo esaustivo ma il fatto ancor più grave è un altro: i bagni dei diversamente abili: questi servizi, in passato anche utilizzati come deposito dove riporre gli attrezzi da lavoro degli addetti alle pulizie, attualmente sono sudici e la porta non si chiude vista la presenza di un cavo elettrico che ne ostruisce la chiusura ed altro ancora. Ci rendiamo conto?”

Inoltre, spiegano “Gli utenti  che si recano presso gli Uffici della Sezione, vanno incontro ad una logorante attesa a causa della carenza di personale addetto alle mansioni burocratiche. Sino a stamattina 20 persone in fila in attesa di essere ricevuti dall’Ufficio Verbali”.

Il Coisp sottolinea la grave mancanza di attenzione per la categoria , “come noto più debole rispetto alle altre, richiede una immediata presa di coscienza da parte delle Istituzioni competenti”.

Da pochi giorni, a dirigere la Sezione della Polizia Stradale di Catania e’ la dottoressa Giuseppa Pirrello , Primo Dirigente della Polizia di Stato, persona estremamente qualificata ed il Coisp, “oltre a darle il benvenuto, Le chiede pubblicamente di intervenire al fine di evitare che permanga un tale livello di sporcizia e, ancor prima, che vengano rispettate le categorie più deboli che, come detto, nei fatti non possono andare al bagno. Chiediamo –  concludono –  di attenzionare l’organico della Polizia Stradale di Catania e ciò in quanto, i poliziotti di detta importante specialità sono sempre meno a fronte dei tanti reati e incidenti stradali – anche mortali – che si verificano giornalmente in materia di circolazione stradale.”

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button