fbpx
EditorialePoliticaPrimo Piano

Politica e solidarietà. Ecco come la I Municipalità esprime la propria generosità

La riflessione sui piccoli gesti che la classe politica dovrebbe esercitare al fine di riavvicinare la cittadinanza alla vita politica cittadina.

Se a Catania fosse stata indetta una gara alla generosità, sicuramente sul podio oggi troveremmo i consiglieri della I Municipalità – Centro Storico. Forse con una competizione però avrebbe perso il suo valore, ma gli eventi ci portano a precise considerazioni.

Dall’albero di Natale ai giocattoli per i bambini in ospedale.

L’8 dicembre scorso, i consiglieri della I Municipalità hanno acceso le luci di un albero a Piazza Palestro a proprie spese.

Un evento molto sentito e ampiamente partecipato che riaccende davvero la speranza. Non tanto per il Natale in sé, ma nel vedere cittadini presenziare fianco a fianco con chi li rappresenta se si considera che oggi più che mai registriamo un netto distacco generale tra la politica e la cittadinanza.

#christmasiscoming #christmastime #natale2018 ??

Posted by Paolo Fasanaro – I Municipio Catania on Saturday, 8 December 2018

Nella giornata di ieri, invece, il Presidente della I Municipalità insieme a tutti i consiglieri hanno consegnato ai bambini ricoverati al Vittorio Emanuele i loro doni. Si tratta di giocattoli acquistati attraverso un autofinanziamento che ha regalato ai piccoli degenti un momento di gioia e di serenità.

Consiglieri da prendere a modello.

Il gettone che percepiscono i consiglieri di circoscrizione è davvero risibile. Dall’insediamento della nuova amministrazione ammonta a circa 500 euro. Diverso è il trattamento economico dei consiglieri comunali che percepiscono invece circa 1300 euro. In buona sostanza è stato ridotto di circa 200 euro rispetto alla precedente amministrazione.

Così, mentre i consiglieri della I Municipalità si impegnano attivamente rendendo alla collettività una parte della propria indennità, i consiglieri comunali sembrano latitare.

Da Palazzo degli Elefanti, infatti, si apprendeva per vie informali che i consiglieri eletti tra le fila del M5S avessero intenzione di rinunciare all’indennità in favore della cittadinanza in virtù del dissesto. Una lodevole iniziativa mai smentita e neppure confermata, svanita in una bolla di sapone a dimostrazione dei fatti che oggi raccontiamo, e in barba ai principi grillini sui tagli al denaro pubblico in favore dei cittadini.

Gli altri? Nulla, proprio come i consiglieri comunali del M5S. Nessun contributo infatti è stato versato da parte dei consiglieri del civico consesso in favore delle luminarie e del concerto di Capodanno finanziato da privati.
E tanto basta per una seria riflessione sui piccoli gesti che la classe politica dovrebbe esercitare al fine di riavvicinare la cittadinanza alla vita politica cittadina.

 

 

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button