fbpx
NewsPoliticaPrimo Piano

Pogliese passa a FDI: “È come tornare a casa”

Il sindaco di Catania accolto ufficialmente da Giorgia Meloni. Non è il solo, tra i tanti il sindaco di Avola Giovanni Luca Cannata e Basilio Catanoso

Se da un lato il calciomercato del Catania non decolla, almeno come vorrebbero i tifosi, il mercato politico etneo vede assestare un colpo da maestro da Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’Italia. Il passaggio da Forza Italia da parte del “Campione di preferenze ” era scontato. Oggi arriva la consacrazione: Salvo Pogliese passa a FdI.

Il figliol prodigo “torna a casa” dopo una militanza nel partito di Silvio Berlusconi. Come uno scherzo del destino nello stesso luogo, lo Sheraton, dove Nello Musumeci, poco più di un anno fa, lo annunciava candidato sindaco a Catania. I motivi della scelta sono, come detto dallo stesso Pogliese, prettamente politici. Non vi era, insomma, più quella sintonia d’intenti. A partire dalle politiche migratorie che “hanno portato a Catania un comizio della Boldrini e dei centri sociali”, spiega il primo cittadino etneo.

Sindaco Pogliese

Pogliese passa a Fdi

Visibilmente commosso, Pogliese è sembrato quasi accompagnato per mano dal’ ex sindaco di Catania Raffaele Stancanelli  e da Ignazio La Russa, presenti in prima fila. Tra la folla a sostenere la sua scelta un suo assessore: Pippo Arcidiacono. Dopo il suo discorso Pogliese si è abbandonato nelle mani delle Meloni che lo ha atteso per stringerlo a se in un caloroso abbraccio. La Giorgia nazionale si conquista tutte le attenzioni dei presenti, sciorinando con charme i principali punti del progetto politico di FdI. Il blocco navale davanti le coste libiche come contrasto all’immigrazione clandestina e alle ONG, le aspre critiche al M5S sul blocco delle infrastrutture e il reddito di cittadinanza i punti principali trattati dalla Meloni.

Il piano di Giorgia Meloni

Essere il secondo partito di destra per il Presidente di FdI è solo un punto di partenza. La Meloni, infatti, mira “ad ampliare i consensi e governare il Paese con una coalizione di destra forte che possa durare 5 anni”. Il M5S, per lei “ha idee di sinistra e lo ha dimostrato sia con il Reddito di Cittadinanza che nelle politiche estere”. Piano possibile? I numeri direbbero di si, almeno a Catania. Qui Pogliese è imbattibile e a preferenze potrebbe mettere sotto il M5s anche alle politiche. Ma prima deve sciogliersi il governo gialloverde, che cammina come un equilibrista su un filo. Ogni giorno sembra voler andare giù ma fa sempre un passo avanti. I miracoli della poltrona. Ops! Della politica.

 

Mostra di più

Salvatore Giuffrida

Classe 70. Giornalista per passione ma nella vita passata chimico e topo di laboratorio. Un buon vino ed un piatto tipico sono sempre ben accetti. Per gli animali un amore sconfinato.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button