fbpx
AmbienteEconomiaPrimo Piano

Plast Project, l’azienda al servizio dell’agricoltura con la mission di non sprecare l’acqua

Da oltre 40 anni Plast Project è un’azienda all’avanguardia nell’ambito dell’irrigazione e della micro-irrigazione agricola e residenziale. La mission dell’azienda è quella di migliorare l’efficienza dell’irrigazione in agricoltura e giardinaggio, riducendo gli sprechi e limitando l’impatto ambientale. Scarsità d’acqua e crescente domanda alimentare esigono in tutto il mondo l’uso dell’irrigazione a goccia

Plast Project parte agli esordi con 4 dipendenti e oggi conta 80 lavoratori impegnati a servire il mercato italiano ed estero in oltre 40 paesi del mondo.

Una realtà virtuosa che non può che muovere i suoi primi passi in Sicilia, dove l’agricoltura è ancora alla base dell’economia. L’isola è la regione con il maggior numero di aziende certificate “bio” in Italia. Il numero di consumatori attenti alla salute e all’ambiente è in continuo aumento, così come la richiesta di prodotti biologici. Di pari passo, le aziende scelgono di produrre in modo più naturale e sostenibile.
Plast Project si impegna a realizzare soluzioni sempre più efficienti in termini di ottimizzazione delle risorse e dei processi produttivi nel campo dell’irrigazione.

Plast Project: distribuire acqua senza sprecarla

Spesso gran parte dell’acqua attinta per scopi irrigui arriva alle colture in modo disomogeneo, creando squilibri e spreco d’acqua. La sfida sta nell’innovazione di scelte tecnologiche che portino a bassi consumi di acqua e di energia, ottimizzando la produzione e rispettando l’ambiente circostante.

Per risparmiare acqua in agricoltura esistono diverse strategie che, integrate fra loro, possono incrementare il risparmio idrico. L’uso di erogatori d’acqua di precisione permette l’accurata distribuzione della giusta quantità d’acqua nel tempo prestabilito, evitando così di bagnare porzioni di terreno prive di apparato radicale e prevenendo, in certi casi, la possibile crescita di erbe infestanti. Una precisa valutazione dei volumi d’acqua e dei tempi di irrigazione permettono di ottenere migliori risultati produttivi, impiegando meno risorse.

L’abbinamento di un sistema irriguo alle caratteristiche della coltura e del terreno non è mai casuale, infatti, nessun sistema di irrigazione si adatta perfettamente a tutte le situazioni, ma ognuna di esse richiede una particolare attenzione per individuare il sistema ottimale.

Plast Project è impegnata costantemente nello studio e nello sviluppo di prodotti e componenti specifici per le diverse colture. Un team di ingegneri, agronomi e progettisti ogni giorno effettua studi sul campo per trovare le soluzioni più performanti. A questa fase segue la progettazione CAD e in seguito la produzione con macchine CNC di altissima precisione.

Le prospettive: Africa per ottimizzare l’uso delle risorse idriche

Oggi Plast Project è presente in ben quattro continenti, ovvero in America, Europa, Australia e Asia. Il prossimo obiettivo è l’Africa. Il forte consumo di acqua in agricoltura raggiunge fino all’80% delle risorse idriche utilizzate nei paesi più poveri, dove le tecniche irrigue sono ancora legate ad un alto consumo di acqua o dove le grandi multinazionali hanno concentrato gli interessi per monocolture intensive, con conseguente aumento generalizzato dello stress idrico.

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button