fbpx
CronachePrimo Piano

Picchiava con una spranga di ferro il debitore. In manette affiliato del clan Cintorino

Arrestato- come disposto dal GIP presso il Tribunale di Catania- Giuseppe Raneri alias “Peppe Castelmola”, nato a Taormina (ME) il 27 febbraio 1972, pregiudicato. L’uomo è vicino al “clan Cintorino” di Calatabiano, articolazione territoriale del “clan Cappello”.

L’attività investigativa, ha consentito di accertare che, a fronte del mancato pagamento di una somma di denaro, Giuseppe Raneri ha compiuto gravissimi atti di intimidazione e violenza a danni di un suo debitore. In un primo momento, Raneri unitamente ad altri due sodali, ha più volte minacciato gravissime ritorsioni nei confronti del debitore. Fino alla minaccia di “gambizzazione” nel caso in cui non avesse onorato il pagamento.

In un secondo episodio di aggressione, invece, avvenuto a luglio del 2019, Raneri, unitamente a M.S., ha prima investito con l’auto e ha poi violentemente percosso il debitore. “La spedizione punitiva” causò alla vittima significative lesioni personali, tra cui un trauma cranico-facciale e un altro trauma al torace e all’addome.

Nel terzo episodio, avvenuto a luglio di quest’anno, Giuseppe Raneri ha compiuto, con altri due sodali, M.L. e R.G., un’aggressione con spranga di ferro a danni del debitore. I tre inseguirono il poveretto fino a casa per minacciarlo.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button