fbpx
CronachePrimo Piano

Picchiano violentemente la madre: due catanesi in manette

Una banale lite si è trasformata in un pestaggio ai danni della povera madre.  I carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato due catanesi, di 34 e 37 anni, per concorso in lesioni personali e minaccia aggravate.

I militari erano stati allertati da alcuni residenti di via Della Concordia che, allarmati, li avvertivano
di una violentissima lite in famiglia. Appena giunti nell’abitazione segnalata i militari hanno riscontrato gli effetti di una vera “battaglia”. Cocci di ceramiche e oggetti sparsi in terra, evidenti tracce di sangue sul pavimento ed
animi esagitati di tutti i componenti della famiglia che gridavano l’uno contro l’altro.

I militari hanno faticato non poco a far calmare gli animi dei contendenti. Dopo hanno appurato che la lite era inizialmente nata da un diverbio tra moglie e marito, il quale evidenziava una ferita sanguinante allo stinco destro provocatagli dai frammenti taglienti delle suppellettili infrante da loro rinvenute sul pavimento.

Ma la lite in seguito però era ulteriormente degenerata perché il figlio della donna ed il cognato- genero, schierandosi a difesa del padre-suocero, volevano punire la poveretta. I due l’hanno aggredita verbalmente e fisicamente procurandole, come refertato dai medici del pronto soccorso dell’ospedale “Garibaldi” la “frattura 3° e 4° dito del piede sinistro.

La donna, moralmente affranta, ha inteso procedere legalmente nei confronti del figlio e del genero.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker