fbpx
Cronache

Picchia esercenti e pretende 200 euro: arrestato

Scattano le manette per un cittadino extracomunitario, Happy Osazuwa, di origini nigeriane, di 32 anni, responsabile di tentata estorsione e lesioni personali.

Alcuni passanti, infatti, si rivolgono alle forze dell’ordine poiché allarmati da una rissa avvenuta presso Via Monsignor Ventimiglia, all’interno di un’attività commerciale per la vendita di prodotti alimentari. Effettivamente, quando giungono sul posto i militari, trovano il figlio della titolare litigare con Osazuwa; quest’ultimo, sosteneva di essere stato truffato della somma di 200€, dunque, ne pretendeva l’immediato rimborso.

Aggredisce due donne e distrugge il locale

Il nigeriano, nella mattinata, aveva effettuato un acquisto di 20 euro presso quella rivendita chiedendo di pagare con la “Carta REI”, che rappresenta una misura nazionale di contrasto alla povertà, il cui plafond si era però rivelato esaurito e, pertanto, aveva provveduto al pagamento in contanti. Tuttavia, l’extracomunitario nella serata, si ripresentava contestando al figlio della titolare un ammanco di 200 euro dalla sua carta; a quel punto comincia a gridare e danneggiare le strutture dell’attività commerciale nonché la merce esposta.

Inoltre, aggredisce il figlio del titolare, la madre e anche una dipendente, le due donne, infatti, hanno chiamato il 118, recandosi in ospedale per accertamenti. L’intervento dei militari, dunque, ha portato a più miti propositi il commerciante, mentre il nigeriano continuava a cercare lo scontro fisico, costringendo i militari a bloccarlo e condurlo in caserma, stante, inoltre, la manifestata volontà degli aggrediti di voler procedere legalmente nei suoi confronti.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker