fbpx
CronachePrimo Piano

Smantellate tre piazze di spaccio: arrestati affiliati al clan “Cappello-Bonaccorsi”

Uno degli indagati aveva fotografato il figlio neonato in una culla ricoperta di soldi

Amavano ostentare il denaro profitto di tre remunerative piazze di spaccio, gli affiliati al clan CappelloBonaccorsi arrestati stamane per i reati di associazione mafiosa, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

L’arresto dei sei soggetti è il frutto di una lunga attività di indagine, condotta dalla Compagnia Carabinieri di Gravina di Catania nei mesi di gennaio- marzo 2018. Le investigazioni sono il prolungamento dell’indagine “Notti Bianche” che aveva constatato il coinvolgimento del clan mafioso in un sodalizio dedito alla commissione di assalti dei bancomat/postamat con il metodo della  “spaccata/esplosione“. Le rapine avvenivano nel territorio di Catania, Siracusa ed Enna.

Le operazioni effettuate mediante attività tecniche e dinamiche, corroborate dalle dichiarazioni di collaboratori di giustizia, hanno permesso di fare emergere anche l’operatività dell’associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, di cui si è potuto definire in dettaglio la struttura, le posizioni di vertice, i ruoli dei singoli membri, nonché le dinamiche ed il sistema con cui il gruppo operava e gestiva le “piazze di spaccio”.

Le tre piazze di spaccio

Le tre piazze di spaccio si trovavano tra Francofonte, nel siracusano, e Catania. Nel primo caso il controllo era affidato a Sebastiano Castiglia, mentre nel secondo era diviso tra i quartieri. La zona “Pigno” era gestita da  Sebastiano Miano e Alfredo Blancato. Mentre nel quartiere di Librino, nello specifico nell’area denominata “Fossa dei Leoni” era gestita da Rosario Ragonese e Maurizio Girone.

Le indagini hanno consentito inoltre di accertare che i proventi derivanti dall’attività illecita di traffico di sostanze stupefacenti, del tipo marijuana e cocaina, posta in essere dagli indagati erano finalizzati ad assicurare il mantenimento in carcere dei detenuti ed a favorire gli interessi del clan Cappello- Bonaccorsi.  I promotori ed organizzatori del sodalizio criminale inoltre detenevano e avevano la disponibilità di armi anche da guerra.

Gli arrestati

1. Alfredo Blancato, nato a Catania il 27.12.1983 (carcere Catania Piazza Lanza)
2. Sebastiano Miano, nato a Catania il 22.12.1994 (carcere Catania Piazza Lanza)
3. Salvatore Musumeci, nato a Catania il 20.8.1994 (già detenuto carcere Cosenza)
4. Federico Silicato, nato a Catania il 5.12.1989 (carcere Catania Bicocca)
5. Sebastiano Castiglia, nato a Lentini (SR) il 5.8.88 (carcere Catania Bicocca)
6. Gaetano Spataro, nato a Lentini (SR) il 22.8.1995 (carcere Brescia)

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker