fbpx
CronacheNews

Piazza Dante, aggredita perchè non voleva pagare il parcheggio

Alle pressioni dei posteggiatori abusivi con le consuete richieste del “pizzo” sul posto- auto, i catanesi sono fin troppo abituati. Per fortuna, di fronte a queste pretese non tutti cedono.

Un episodio esemplare del fenomeno è accaduto mercoledì pomeriggio proprio in Piazza Dante, alla Signora Valeria, che di fronte alla richiesta di pagamento non ci pensa due volte a rifiutare.

«Del resto – scrive sulla sua pagina fb- ho posteggiato la mia auto dove non c’erano strisce blu».

Peccato che al rifiuto, sia scattato immediatamente l’inseguimento del “posteggiatore”:

«Mi ha inseguito- racconta la donna- dicendomi che voleva subito i soldi, io lo ignoro, ma non è bastato. MI ha inseguito fin dentro il cortile dei benedettini, mi ha aggredito verbalmente, disturbando con le urla, chi faceva lezione nella prima aula, sostenendo che avrei dovuto pagarlo, perchè alle 19 se ne sarebbe andato. Rispondo che io me ne sarei andata prima di quell’ora e che non gli dovevo nulla»

Non finisce qui «alle ore 18,40 circa quando esco dal monastero e torno a riprendere l’auto, mi accorgo che il “posteggiatore” era sparito e che prima di andarsene aveva tentato di rompere i tergicristalli per farmi notare che “lui fa danno” che è mafioso, che mi devo spaventare di lui perchè la prossima volta chi sa cosa fa…(ruota a terra e varie ed eventuali) non potendo farmi altri sgarbi perchè l’auto è già vecchia e danneggiata di suo.
Purtroppo -conclude la signora Valeria- ho intenzione di frequentare ancora gli l’incontri culturali all’interno della sede universitaria e non vorrei che questo tizio mi inibisse dal farlo!
Ieri – aggiunge- eravamo in tanti, ma vedendo una signora adulta e ben vestita pensava di intimorirmi!»

Lecita la riflessione della signora Valeria: «dobbiamo avere paura di andare ai Benedettini? Dobbiamo pagare il pizzo del posteggio o subire altrimenti il danneggiameno delle nostre auto?Prego chi di dovere di prendere provvedimenti, intensificando i controlli sia pubbici che di vigilanza privata»

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button