fbpx
NewsPolitica

Pescherecci fermati: Fi, intervenga Crocetta per liberazione. Intanto parte l’esposto per abuso di potere

“Palazzo d’Orleans intervenga immediatamente presso Il Cairo chiedendo la liberazione dei pescherecci ‘Jonathan’ di Riposto (Ct) e ‘Alba chiara’ di Siracusa, sequestrati dalle autorità egiziane mentre erano impegnati in una battuta di pesca in acque internazionali”. Lo dicono Marco Falcone, capogruppo azzurro all’Ars e il vice presidente di Forza Italia regione Sicilia Edy Bandiera. ” Nelle prossime ore presenteremo in tal senso una mozione all’Ars, per impegnare il governo regionale – affermano -.ad agire con la necessaria determinazione. Sulle due imbarcazioni lavorano tredici pescatori, che devono fare prima possibile ritorno a casa sui loro mezzi”

Ecco dove sono i pescherecci fermati. – Le parole della figlia del capitano 

Pronto l’esposto per abuso di potere

Il presidente regionale dell’associazione dei pescatori marittimi professionali di Catania, Fabio Micalizzi, ribadendo che l’Alba chiara, di Siracusa, e il Jonathan di Cagliari, ma di stanza a Riposto, “erano in acque internazionali, come dimostra la strumentazione satellitare di bordo”, annuncia che  l’associazione, assistita dallo studio Silluzio, sta per presentare un esposto alle Procure di Catania e Siracusa per “abuso di potere”, che sarà inviato per conoscenza ai governi nazionale e regionale. “Ho avuto modo di parlare per pochi minuti – rivela Micalizzi – con il comandante del Jonathan, Pasqualino Condorelli, poi gli hanno sequestrato il telefonino. Oggi abbiamo con il Consolato italiano che sta seguendo la situazione sul posto, e siamo rimasti che ci aggiorniamo più tardi”

Governo già attivo

Sul fermo dei “due motopescherecci siciliani ho immediatamente contattato la Farnesina per avere il quadro di ciò che è accaduto, ma soprattutto per conoscere le strategie in atto per il rilascio immediato degli equipaggi”. Lo afferma Sofia Amoddio, deputato del Partito democratico, sottolineando che “dalle informazioni trapelate, gli uomini degli equipaggi starebbero tutti bene”. . “L’ufficio tutela italiani all’estero, ed in particolare la sezione politica – aggiunge l’esponente del Pd – ha rassicurato sui contatti continui tra Farnesina, Ambasciata italiana e autorità egiziane. Dalle prime informazioni che ho potuto recuperare, pare che i pescherecci si trovassero all’interno di quella che viene definita zona economica esclusiva. Da qui le rivendicazioni legate alla pesca in quel tratto di mare”. “Il Governo ha attivato tutti i suoi canali diplomatici – aggiunge Sofia Amoddio – il Ministro dell’agricoltura Maurizio Martina, si trova già al Cairo per missione istituzionale e si sta adoperando per acquisire altre informazioni e chiedere il rilascio immediato dell’equipaggio”.”Tengo a precisare – conclude – che non è quindi di un problema politico legato ai fenomeni migratori, ne tantomeno a un atto di terrorismo internazionale”.

Il sindaco di Riposto: “spero liberi presto”

Il sindaco di Riposto, Enzo Caragliano segue con “costante attenzione l’evolversi della complessa vicenda dei due pescherecci italiani Jonathan e Alba chiara, fermati ieri sera a 40 miglia a largo delle coste egiziane”. “Per tutta la notte – afferma – sono rimasto in contatto con Graziella Aleo, moglie di Pasqualino Condorelli, comandante del Jonathan. Contemporaneamente stiamo mantenendo i contatti con l’Ambasciata italiana al Cairo”. “Gli equipaggi siciliani da ieri sera si trovano ad Alessandria d’Egitto – conferma il sindaco – ho ricevuto rassicurazioni sul fatto che siano in buone condizioni. Nella tarda mattinata ho ricevuto importanti rassicurazioni dalla presidenza della Regione che segue la vicenda che, già in serata, si potrebbe ottenere il rilascio di tutti i componenti dei due equipaggi siciliani”. Il sindaco Enzo Caragliano ha ricevuto nel Municipio di Riposto la signora Graziella Aleo per “manifestare la vicinanza di tutta la città e la piena assistenza in questa delicata vicenda dell’Amministrazione comunale”.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker