fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Nessun interesse per i pescatori dispersi in mare

Per i pescatori siciliani c’è più attenzione per la ricerca dei clandestini che per la ricerca di personale marittimo disperso in mare. 

I pescatori e gli armatori di Catania si sono riuniti alle ore 9,30 presso la “Casa del Pescatore”, sita all’interno del Porto di Catania, per programmare una forma di protesta con lo scopo di chiedere alle autorità che non vengano sospese le attività di ricerca del pescatore Giovanni Costanzo scomparso nel mare di Portopalo di Capopassero (articolo Affonda motopeschereccio disperso il comandante).

Per i pescatori siciliani c’è più attenzione per la ricerca dei clandestini che per la ricerca di personale marittimo disperso in mare. In effetti la notizia relativa alla scomparsa del Capitano Giovanni Costanzo non  è stata nemmeno dato dai media nazionali. Ma in un  comunicato, redatto da Alfio Fabio Micalizzi, Presidente della Federazione Armatori Siciliani, si mette più l’attenzione sullo scarso interesse che istituzioni e comitati politici nutrono nei confronti di categorie, come quelle dei pescatori e degli armatori, essenziali per l’andamento di un’economia.

I pescatori vogliono aiuti concreti e sostegni dallo Stato e Unione Europea e chiedono l’istituzione di un Fondo da destinare alle vittime del mare italiani. Fa notare Alfio Micalizzi: “Per una famiglia è impossibile sostenere il funerale di un proprio congiunto se lo stesso guadagnava, quando era in vita, 20-30 euro al giorno.  “Ripresenteremo – continua il presidente della Federazione Armatori Siciliani – la richiesta di Istituzione di un Fondo da destinare alle vittime del mare italiani che svolgendo lavoro perdono la vita spesso nel silenzio lasciando i famigliari in altrettanti guai con la burocrazia e ipotetiche prede degli usurai a cui dovranno ricorrere per poter affrontare le spese per un degno funerale.”

Inoltre, i pescatori fanno sapere che a breve verranno fornite le coordinate bancarie per chi eventualmente vorrebbe contribuire al sostegno delle spese delle vittime del mare.

Infine, Alfio Micalizzi ha comunicato alla nostra redazione che: “Se non avremo riscontro in questi giorni lunedì mattina mobiliteremo tutti i nostri pescherecci per effettuare noi stessi la ricerca in mare”.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button