fbpx
Sport

Pescara-Catania 1-0. Profondo rosso per gli etnei

Clamorosa sconfitta del Catania, che continua a perdere in trasferta. Il Pescara si impone per 1-0 con rete straordinaria di Sansovini al termine di una partita rocambolesca. Doveva essere la prova della maturità per gli etnei, ed invece si è assistito alla conferma della pochezza di questa squadra lontano dallo stadio Massimino. In superiorità numerica per 45′ minuti i rossazzurri sono riusciti nella clamorosa impresa di perdere la partita, una pessima condizione atletica accompagnata da una disastrosa circolazione della palla ha spinto gli abbruzzesi a credere nella vittoria fino all’ultimo istante. Nonostante fossero in dieci uomini, gli abbruzzesi sembravano padroni del campo, attaccavano gli spazi con la fame di chi vuole vincere a tutti i costi la partita. Si tratta di una sconfitta pesantissima per gli etnei che restano piantati al penultimo posto, la classifica adesso è molto preoccupante. Le due vittorie casalinghe etnee consecutive, forse hanno fatto dimenticare per un attimo uno dei problemi che ha afflitto la squadra rossazzurra nel girone d’andata cioè la pessima condizione atletica. Troppo evidente la differenza di corsa tra i biancazzurri e gli uomini di Marcolin, ciò è ancor più grave vista la superiorità numerica del Catania. Il responsabile, Ventrone, è ancora saldamente al suo posto e la sua difesa pubblica resta ancora un mistero. Zero tiri in porta sono un dato significativo che dovrebbe far riflettere tutti in casa rossazzurra. Bocciatura assoluta, senza attenuanti. Senza se e senza ma. Senza arbitri e senza Lotito. Prestazione disarmante. Evidente l’assenza di un regista che costruisca, che verticalizzi. C’è sempre un uomo differente a provare ad iniziare la manovra e questo qualcosa vorrà dire. Forse è il caso di abbandonare i sogni di gloria “Cosentiniani” e scontrarsi con la dura realtà: lottare ad ogni costo per salvare la categoria.

 

CRONACA

PRIMO TEMPO

Sarà il Catania a battere il calcio d’inizio

4′ Catania pericoloso in avanti, con Rosina che serve Calaiò in area di rigore, Sventa tutto Fiorillo.

5’Gillet in uscita ferma Bjarnason lanciato a rete

8’Primo corner per il Catania, su un’iniziativa di Mazzotta

10′ Pallone a metà strada tra Melchiorri e Pasquato, interviene Gillet che evita problemi

11’Primo corner per la squadra di casa, Salamon manda alto di testa

12’Fiorillo anticipa in extremis Calaio’ lanciato a rete

16’Tiro senza pretese di Melchiorri dai 30 metri alto sulla traversa

19’Buon sinistro di Politano che si accentra e tira, blocca Gillet

21’Pasquato protesta per un contatto in area di rigore etnea, l’arbitro lascia proseguire

21’Annulato gol al Pescara per fuorigioco netto di Bjarnason

24’Protesta questa volta Calaio’ per un tocco in area pescarese,il signor Pairetto lascia giocare

26’Ottima diagonale di Schiavi che salva il Catania su un uno-due pescarese

32’Catania pericoloso in avanti con Rosina, il Pescara si salva in corner

38’Salva ancora Schiavi al centro dell’area di rigore su un cross di Zampano

39’Primo cartellino giallo: Selasi per fallo da dietro su Maniero

41’Cartellino rosso per Pasquato, per reiterate proteste dopo il primo cartellino giallo

43’Il Catania in superiorità numerica spinge in avanti

45’Resta a terra Schiavi per una caduta rovinosa in area di rigore pescarese

46’E’ rientrato Schiavi, nulla di preoccupante per il centrale etneo

Dopo 1′ di recupero finisce il primo tempo tra i fischi dei tifosi di casa, che contestano il direttore di gara per l’espulsione inflitta a Pasquato.

SECONDO TEMPO

Non ci sono stati cambi in entrambe le squadre, Pescara resta con un 4-4-1.

1′ Avvio propositivo del Pescara che va vicino al vantaggio, salva tutto Gillet

5’Maniero dopo uno spunto in area colpisce di testa, presa facile di Fiorillo

9’Primo cambio della partita, lo effettua il Catania: dentro Castro fuori Sciaudone

12’Politano è il terzo ammonito in casa Pescara

13’Ammonito Maniero in casa Catania

16’Castro vicinissimo al gol, tocco da posizione troppo defilata, salva Fiorillo in uscita

20’Traversa piena di Bjarnason su assist di Melchiorri dopo un errore clamoroso di Schiavi in disimpegno

21’Catania incredibilmente in difficoltà nonostante la superiorità numerica

22’Secondo cambio per il Catania: fuori Maniero dentro Martinho

26’Tiro senza pretese di Coppola, la palla scivola sul fondo

30’Nel Pescara fuori Melchiorri dentro Sansovini

31’Bjarnason schiaccia troppo la conclusione che si spegne sul fondo

33’Tiro dal limite di Rosina, che finisce sul fondo

37’Terzo e ultimo cambio per il Pescara, fuori Selasi dentro Brugman

37’Memushai vicinissimo al gol, fortunatamente per il Catania il tiro si perde fuori

40’Ultimo cambio per il Catania, esce Calaiò per Barisic

42’Cartellino giallo per Memushai per fallo su Rosina lanciato sulla fascia destra

Cinque minuti di recupero

46’Clamoroso errore di Martinho davanti al portiere, spedisce alle stelle

47’Rete del Pescara di Sansovini che pesca il sette dove Gillet non può nulla

51′ Fine della gara, Pescara batte Catania 1-0

 

 

 

PAGELLE

Gillet 6,5 – Salva il risultato in più di un’occasione, non può nulla sul sinistro magico di Sansovini

Belmonte 5 – Bloccato in fase di spinta, perde i contrasti sull’out di destra

Schiavi 5 – Nel primo tempo salva in un paio di occasioni con delle buone diagonali difensive, nella ripresa errori clamorosi che consentono al Pescara di andare vicino al gol

Ceccarelli 5,5 – Poche sbavature ma soffre l’incertezza di Schiavi nella ripresa

Mazzotta 6 – Il migliore del reparto arretrato, spinge come sempre sull’out sinistro

Rinaudo 5 – Gara insufficiente sia in fase difensiva che propositiva, costruire il gioco non è il suo forte e si vede

Coppola 5 – Non garantisce il consueto filtro alle sfuriate offensive del Pescara, si lascia sorprendere in velocità dai centrocampisti abbruzzesi

Sciaudone 4,5 – Il peggiore del reparto di centrocampo, poca corsa e pochi palloni toccati (Castro 5 – Tiene troppo palla nel momento in cui la velocità e le verticalizzazioni avrebbero consentito al Catania di sorprendere il Pescara)

Rosina 5,5 – Grande corsa, poco lucido nel supportare i due attaccanti. Ci prova da lontano ma è poco preciso

Calaiò 5 – Gli arrivano pochi palloni, è costretto ad arretrare e giocare quasi sempre spalle alla porta (Barisic s.v.)

Maniero 4,5 – Soffre forse l’emozione di tornare all’Adriatico da avversario, svagato e fuori dal gioco (Martinho 4,5 – Ha il demerito di sparare in curva il match ball per il Catania)

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker