fbpx
Sport

Per il Calcio Catania è tempo di scelte: Lucarelli presente?

L’amministratore delegato etneo Pietro Lo Monaco non era preparato a uscire dai playoff.  Ancor più grave, in semifinale. L’evento ha dato il via a una serie di riflessioni e possibili azioni che riguarderebbero l’intero staff del Catania.

Lucarelli

Il tecnico Cristiano Lucarelli ha un contratto fino al 2019 e con 60 mila euro a stagione. Tra poco avverrà l’incontro con la dirigenza in merito al futuro del livornese. Ma sembra ormai sempre più breve la sua permanenza al Catania. La dirigenza si avvarrà della risoluzione consensuale favorita anche dall’ingaggio non esiguo. Dopo, il Catania dovrà trovare un sostituto per il suo quarto anno in Lega Pro. Ma niente esclude che Lo Monaco possa continuare la sua avventura con a fianco Lucarelli. I 70 punti guadagnati grazie al tecnico, hanno il suo peso.

E l’allenatore è stato decisivo per questo risultato. In trasferta il Catania è stato il più vincente di sempre. Ma i suoi difetti sono stati evidenti. Il centrocampo non si è mostrato particolarmente attivo.  Anche il futuro dei giocatori è confuso: ultra trentenni o giovani stelle?

Lucarelli ha saputo gestire grandi scelte non sempre in accordo con la dirigenza, ma è consapevole di aver commesso anche molti errori. Se dovesse restare per il secondo anno, Lo Monaco e Argurio dovrebbero tenere in conto l’allenatore livornese sul mercato. Le richieste di Lucarelli lo scorso campionato erano state: Coletti per la difesa, Baraye e Bocalon per l’attacco e un centrocampista capace di “strappare”. Ma gli arrivi sono stati diversi da ciò che aveva prestabilito. Risulta poco plausibile che Lo Monaco dia carta bianca al tecnico sul mercato. Sulla base di queste supposizioni, non dovrebbe essere riconfermato Lucarelli.

Il Matera e il Trapani infatti hanno seri problemi societari e dunque l’unico club in grado di competere con la squadra etnea risulta solo il Catanzaro che grazie ai fondi ritrovati a fare una vera rivoluzione, punta alla promozione in B alla serie cadetta.

Per il Catania, un attaccante come Marotta del Siena da affiancare a Curiale è l’ideale. Per rendere il centrocampo dinamico serve la presenza di giocatori  bravi tecnicamente. Mentre in difesa è necessaria la presenza di soggetti a cui non manchi lo spirito di iniziativa. Porcino è necessario, Pisseri non sembrerebbe tale. Troppo altalenante.

Il Catania ha un futuro roseo davanti a sé. C’è chi ipotizza che potrebbe concorrere per la promozione diretta.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button