fbpx
EditorialeMafiaNewsNews in evidenza

Peppino Impastato muore ogni giorno, ogni volta che ci facciamo i cazzi nostri

Mi capita da molti anni di scrivere il 9 maggio di Peppino Impastato. Mi capita spesso di dover ricorrere alla retorica pur non volendolo. Peppino era ribelle, comunista e sognatore di bellezza in paesino mafioso, uno di quelli che tanti ce ne sono in Sicilia. Peppino era anche il figlio di un padre asservito al quel sistema che oggi non è sparito, ma è cambiato. Quel quieto vivere nonostante scambiando il diritto con il favore. Ma Peppino è morto e anche malamente. Fatto a pezzettini, con depistaggi e ha avuto anche la sfortuna di essere ammazzato il giorno del ritrovamento del cadavere di Aldo Moro.

Oggi lo conoscete, forse, ma non tutti lo conoscono, non tutti sanno che Peppino era uno scassaminchia come uno dei tanti attivisti o giornalisti sottopagati freelance che ogni giorno combattono contro il potente di turno, anche nei piccoli paesi come quello di Peppino. Questi sono spesso lasciati soli in balia di querele o di intimidazioni varie e la sinistra che pontifica a destra e a manca e poi lo ricorda Peppino, ma dimentica i tanti che cercano ancora di smascherare le malefatte e i comportamenti ignobili seppur spesso legali di una classe politica locale sempre peggiore.

Peppino è morto ammazzato per quello che diceva e per quello che scriveva. E’ morto perché non è sceso nel grigio compromesso del quieto vivere sereno, è morto perché non si faceva i cazzi suoi, ma oggi tutti lo ammazziamo ogni giorno, ogni volta che continuiamo a farci i beati fatti nostri. Continuiamo a dire che tutto sommato oggi si sta bene e che i problemi sono altri, ci indigniamo per 5 minuti sui social oppure al bar davanti al caffè, mentre Peppino viene ammazzato ancora, un’ennesima volta.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker