fbpx
NeraPrimo Piano

Pensionato ucciso a Pedara. Fermato il figliastro

Insieme al figlio, fermato un amico del giovane

La Procura per i minorenni di Catania sta disponendo il fermo dei due sedicenni accusati dell’uccisione di Domenico Citelli, 71 anni, assassinato con un colpo di fucile alla testa a Pedara. Sono il ‘figliastro’ della vittima e un suo amico, entrambi giovanissimi.

I due solo dopo molte ore di interrogatorio hanno confessato il fatto.

Il reato contestato è di omicidio aggravato premeditato in concorso e occultamento di cadavere.

Il delitto sarebbe dovuto ai forti contrasti tra Citelli e il giovane, che viveva con lui e che è il figlio della moglie dell’ uomo, che da molto tempo era andata via di casa.

Il cadavere del pensionato è stato ritrovato la scorsa notte vicino la sua casa a Pedara.

A rendere ancora più macabro il ritrovamento, il fatto che il corpo era avvolto in un sacco legato con delle corde e gettato all’interno di un tombino.

L’uomo èstato ucciso con un colpo di fucile alla testa, un calibro 12 della Benelli di proprietà della vittima

Gli investigatori avevano già escluso che il delitto fosse maturato in ambienti della criminalità organizzata e indagavano sulla sfera personale della vittima.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button