fbpx
CronacheCulturaLibriNewsSenza categoria

Pensiero Radicale libro di Salvo Ardizzone

Verrà presentato il 19 ottobre alle 17,30 a Palazzo della Cultura

Un libro dalle intenzioni provocatorie che vuole innescare una riflessione, un confronto per ricominciare a pensare con la propria testa

Pensiero Radicale di Salvo Ardizzone si propone una domanda fondamentale: siamo ancora capaci di pensare con la nostra testa?

«L’iniziativa di scrivere Pensiero radicale va più in là della voglia di pubblicare un libro. In questa società pervasa dai miti della modernità – spiega l’autore – martellata dalle false verità dei media, priva di valori veri e succube dell’apparenza e del denaro, esiste comunque una rete di comunità, di uomini che, sia pur con diversa consapevolezza, sentono l’esistenza di valori diversi, avvertono un mondo che è stato, è e sarà.

È il mondo della Tradizione che sfiora gli animi capaci di ascoltarlo, anche solo di intuirlo

Ma questa società globalizzata da decenni ha inquinato e avvelenato le coscienze, ha disinformato le menti distruggendo riferimenti e principi. Per riaffermare ciò che siamo in un mondo che è da noi diverso perché estranei sono i (dis)valori che lo governano, occorre confrontarsi con esso alla luce dei nostri principi e, partendo dalle nostre radici, dire la nostra posizionandoci sui grandi temi che percorrono questi tempi.

Pensiero radicale non contiene verità, tutt’altro, vuole fissare i termini per aprire un dibattito su argomenti troppe volte elusi volando alto o liquidati con slogan superficiali. Non si tratta di parlarsi addosso, ma di riflettere in un momento di cambiamenti epocali. All’occorrenza anche di archiviare parole d’ordine ormai logore e inadeguate per trovarne altre in linea con i tempi; saper calare valori antichi nei nostri giorni e proiettarli nel futuro.

Pensare a un’azione senza questa riflessione è un agire per agire privo di valori nostri, privo di sbocchi; semplice pulsione per soddisfare il proprio ego o il proprio narcisismo senza nulla mutare, senza incidere. La presentazione del libro vuole essere dunque una ripartenza, un momento di incontro per rilanciare una fase di confronto, di elaborazione per riappropriarsi dei valori autenticamente nostri che questo mondo vuole seppellire»

A.P.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker