fbpx
PoliticaPrimo Piano

PD, due catanesi alla direzione nazionale

Valeria Sudano e Francesca Raciti si aggiudicano il seggio

PD, due catanesi alla direzione nazionale. Sono la sen. Valeria Sudano e l’ex Presidente del consiglio comunale Francesca Raciti ad aggiudicarsi il seggio in assemblea nazionale dem. Entrambe in quota Sammartino, l’unico trionfatore di queste elezioni del PD.

Ecco la composizione del direttivo

La trepidante attesa dei curiosi è presto accontentata con la pubblicazione degli eletti nel direttivo del PD. Un lungo elenco scorre i nomi. Tra i volti noti e meno noti degli eletti alla direzione nazionale dei democratici guidati da Nicola Zingaretti, emergono solo due catanesi.

La prima è Francesca Raciti, ex Presidente del consiglio comunale di Catania durante la sindacatura di Enzo Bianco. Sebbene in passato ne rappresentasse l’area, già alle scorse elezioni politiche Raciti passava all’area sammartiniana. Così, ha superato anche l’ex sindaco che non viene eletto.

La seconda è invece la sen. Valeria Sudano, braccio destro, cuore politico e grillo parlante di Luca Sammartino, candidata a sostegno del principale competitor di Zingaretti, Maurizio Martina.

Tagliati fuori completamente con molto disappunto locale, alcuni big del PD catanese tra cui Enzo BiancoAnthony Barbagallo, Angelo Villari, Concetta Raia e Gaetano Palumbo.

I mal di pancia sono fortissimi, dicono i rumors, tra i villariani e barbagalliani che puntavano tutto su questa scadenza per ritrovare un nuovo protagonismo.
In particolare, per Angelio Villari la sconfitta all’assemblea nazionale del PD è ancora più cocente visto che ha perso anche il treno delle elezioni regionali. Qualcuno già parla di un suo ritiro a vita privata dopo questa ennesima batosta.

Il nuovo volto del PD catanese al nazionale è comunque donna, e questo lascia ben sperare – a prescindere dalle ideologie e i riferimenti partitici – l’affermazione di genere in ambito politico che da sempre privilegia gli uomini. Ma le vere sorprese arriveranno con le imminenti elezioni al Parlamento Europeo, occasione perfetta per valutare il peso politico delle due catanesi alla dirigenza nazionale del PD.

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.