fbpx
PoliticaPrimo Piano

PD, dieci correnti per il congresso provinciale

PD. Scatta il conto alla rovescia per il congresso provinciale del PD catanese previsto per la fine di gennaio 2020. Si sfideranno ben dieci correnti ed è partita contestualmente la caccia dei “signori delle tessere”. Tutti mobilitati per conquistare i numeri utili ad accaparrarsi la poltrona di segretario provinciale. Riunioni, incontri e conciliaboli pullulano in questi giorni in città.

Ecco le dieci correnti del PD in corsa

Riecco apparire sulla scena politica l’instancabile duo Angelo Villari e Concetta Raia. Villari punterebbe allo scranno più alto del PD a Catania dopo “l’inabissamento” degli ultimi mesi. Decisi e determinati, i due galoppano in questi giorni alla ricerca di tesserati che possano farli pesare al congresso. La posta in gioco è alta: riprendersi il partito a Catania dopo le turbolenze degli ultimi mesi. Ma sulla loro strada, irta di ostacoli, dovranno affrontare la potenza delle dieci correnti in campo.

In corsa, dovrebbe esserci anche Ersilia Severino sostenuta dalla potentissima area di Anthony Barbagallo, uomo dalle mille risorse e dal grande seguito. L’area di Barbagallo è in poll per la poltrona più ambita del PD catanese.

Per l’area Base Riformista, potrebbe correre l’ex deputato regionale Nino Vullo mentre per l’area Orfini, dovrebbe correre Stefania Cageggi. Si parla anche di una possibile candidatura di Giuseppe Caudo per l’area Emiliano.

Nel frattempo è stata costituita la commissione provinciale per il tesseramento di cui faranno parte: Giuseppe Pappalardo della corrente area Dem, Nino Vullo per Base Riformista, Tania Spitaleri per area Orlando, Angelo Petralia per area Laburista. E poi ancora Calogero Accursio per la corrente Delrio – Martina. Francesco Santocono per i Liberal PD. Stefania Cageggi per l’area OrfiniLorenzo Di Stefano per l’area Ascani e Giuseppe Caudo per l’area Emiliano.

Dieci correnti, ed è subito aria di bufera interna nel PD catanese. Se ne vedranno delle belle, a finestre aperte. Anzi, spalancate!

 

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker