fbpx
PoliticaPrimo Piano

Patrizio Cinque come Barabba

I grillini bagheresi organizzano una marcia di solidarietà per il sindaco indagato

Gesù il Nazareno veniva acclamato re dalla stessa folla che ha sancito poi la sua condanna a morte per la libertà di Barabba.

Una storia che noi tutti conosciamo e che si ripete oggi a Bagheria in altre sembianze: Gesù è legalità, mentre Patrizio Cinque potrebbe indossare i panni di Barabba. A indirizzare questa similitudine, la copiosa delegazione di grillini a sostegno del sindaco indagato, come noto, per turbativa d’asta e abuso d’ufficio relativamente all’inchiesta sulla gestione del servizio dei rifiuti, e violazione del segreto d’ufficio in concorso con l’ispettore della polizia municipale Domenico Chiappone che avrebbe rivelato al primo cittadino dell’inchiesta della Procura di Termini Imerese sull’immobile abusivo del suocero della sorella.

“Io sto con Patrizio Cinque” è un hashtag divulgato sui social, è il nome di una pagina facebook che chiama a raccolta i sostenitori del sindaco, ma è anche il titolo di copertina dell’evento per la marcia di solidarietà a sostegno del sindaco organizzata “per dimostrare la vicinanza e l’affetto della città di Bagheria” all’indagato, martedì 26 settembre.

In barba alle stelle della legalità e dell’ambiente, improvvisamente Beppe Grillo e Davide Casaleggio si scoprono garantisti e i grillini li seguono a ruota, come criceti.

E d’altronde perché Virginia Raggi, Filippo Nogarin, Chiara Appennino, lo stesso Luigi Di Maio sì e Patrizio Cinque no? Nella banda dei “diversamente onesti” il cerchio è ben saldo, e infatti, nonostante l’autosospensione, i parlamentari regionali, nazionali ed europei del M5S e ovviamente il candidato alla Presidenza Giancarlo Cancelleri, si stringeranno intorno a Patrizio Cinque durante la festa “Restitution Day” fissata per il prossimo 14 ottobre dove verrà reso noto come verranno impiegate le somme trattenute per un ammontare pari a 300.000 euro.

Ecco quanto costa la difesa della moralità di Patrizio Cinque (o per espiare le proprie colpe agli occhi dei concittadini?): 300.000 euro dei contribuenti per mantenere la classe politica (compresi gli eletti M5S) che tornano ai contribuenti, e una festa di paese che si da un tono onorandosi della presenza della deputatura pentastellata.

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button