fbpx
CronacheSenza categoria

Paternò: finisce in carcere rapinatore esperto nelle evasioni

Finisce in manette, il rapinatore paternese di 31 anni, Pietro Musarra, esperto nelle evasioni, in esecuzione di un’ordinanza di sostituzione della misura cautelare emessa dal G.I.P del Tribunale di Catania.

Sfregia il volto ad un venditore ambulante

L’uomo, dunque, fù arrestato una ventina di giorno orsono, a seguito di un tentativo di rapina commesso il 5 marzo scorso, ai danni di un venditore ambulante paternese. La rapina andò male grazie alla reazione della vittima e della moglie accorsa in suo aiuto, anche se il malcapitato ricevette una coltellata al volto che lo ha sfregiato.

Beccato a girare in auto senza patente, nonostante fosse ai domiciliari

Tuttavia, gli arresti domiciliari, non sembrano al Musarra una misura “limitativa” per la sua attività; infatti,  lo scorso 18 giugno, oltre a non presentarsi in Tribunale per il previsto interrogatorio di garanzia, non si fece  nemmeno trovare nella sua abitazione, per l’applicazione del braccialetto elettronico. Inoltre, qualche giorno dopo, il 21 giugno, viene fermato, nel quartiere San Cristoforo, di Catania, a bordo della sua auto, privo di assicurazione e patente di guida, in compagnia di una donna e di un cacciavite di 25 centimetri.

Ma il ricollocamento agli arresti domiciliari ristimola la voglia d’evasione, interrotta, stavolta, dai militari della Compagnia di Paternò. Il giudice, pertanto, ha consentito di porre al “sicuro” l’uomo, associato, tutt’ora, al carcere di Noto.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker