fbpx
FoodLifeStyle

Pasta con i 5 buchi, la Sicilia a Carnevale

I siciliani non riescono proprio a farne a meno, per ogni occasione un piatto che la indichi. La pasta con i cinque buchi, o meglio cinque puttusa, è un primo tipico della tradizione carnascialesca. Preparato per il giovedì o martedì grasso segna l’addio all’abbondanza (e alla dieta con il suo tripudio di maiale) e il benvenuto alla quaresima.

Ingredienti per 4

500 gr pasta cinque buchi

500 gr macinato scelto

200 gr cotenna

300 gr salsiccia

200 gr piselli

pomodoro concentrato

cipolla

vino rosso

alloro

sale e pepe

Procedimento

Fate dorare la cipolla con un po’ di olio e di burro e soffriggete il macinato con sale e pepe, aggiungendo man mano la salsiccia (c’è chi la preferisce a nodi, chi sminuzzata). Una volta soffritti, inserite la cotenna tagliata a pezzi e sfumate con il vino. Un’alternativa, potrebbe essere l’uso del marsala che renderà più dolce il sugo. Quando il vino sarà quasi del tutto evaporato, aggiungete piselli e acqua fino a ricoprirli. Fate cuocere a fuoco molto lento.

A metà cottura, mettere il pomodoro concentrato, altri 200 ml di acqua e due foglie di alloro. Queste serviranno a ridurre l’acidità del concentrato. Continuate a cucinare tutto a fuoco lento. Quando anche il pomodoro si sarà ristretto, aggiustate di sale e pepe secondo i vostri gusti.

Successivamente, potete cuocere la pasta con i 5 buchi prima di impiattarla fresca o passarla al forno. In quest’ultimo caso, scolatela un paio di minuti prima della fine della cottura, mescolatela con il ragù ed inserite anche della mozzarella; una volta messa nella teglia, aggiungete della mozzarella all’ultimo strato. Passare in forno a 180 gr per circa 15 minuti.

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button