fbpx
Ambiente

Parco Jungo di Giarre tra incendi e degrado: la denuncia di Barbagallo

Il parco Jungo di Giarre abbandonato tra incendi e degrado. La denuncia del commissario comunale della Lega, Barbagallo: “A repentaglio la salute dei cittadini”. Il parco versa in condizioni degradanti: incendi dolosi, vegetazione incolta, bivacchi notturni e bagni vandalizzati. Dopo i numerosi roghi delle ultime settimane, i residenti segnalano lo stato di degrado al commissario cittadino della Lega, Giovanni Barbagallo. “I residenti della zona ci hanno segnalato che in un mese all’interno del Parco Jungo sono stati appiccati ben 4 roghi di origine dolosa ad opera di ignoti” spiega Barbagallo. “Questo ci fa capire-continua il commissario della Lega- quanto sia importante non solo la vigilanza ma anche la manutenzione. La porzione della villa che si affaccia sul viale delle Province è priva della ringhiera di delimitazione, che costituisce un deterrente per chi la sera si introduce all’interno per bivaccare o per dare alle fiamme le aree a verde”.

“Incendi divorano due palme storiche e mettono a repentaglio i cittadini”

“Nel caso specifico questi incendi da un lato hanno divorato due palme storiche e dall’altro hanno messo a repentaglio la salute dei cittadini che abitano in questa zona. Le immagini che vediamo oggi sono a dir poco desolanti. Anche dall’esterno della villa – prosegue il commissario giarrese- sono visibili le condizioni in cui versano i servizi igienici della struttura, così come lo stato della vegetazione, abbandonato tra rovi e sterpaglie”. Barbagallo, quindi, auspica una messa in sicurezza dell’area e una bonifica completa per il recupero della villa garrese. “Oggi purtroppo il parco Jungo- conclude-versa in queste condizioni. Ma non è l’unico. Quasi tutti i parchi giarresi sono in stato di abbandono e degrado. Penso al Parco Giardino di Macchia, al parco di San Giovanni Montebello e alla villa di largo Cismon del Grappa”

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker