fbpx
CronacheNews

Paletti sradicati al viale Mario Rapisardi

Catania – C’è una serie di possibili pericoli legati a quei paletti sradicati del primo tratto del Viale Mario Rapisardi, all’altezza dell’Ospedale Garibaldi. Erano stati posti là per la sicurezza degli allievi dell’Istituto dei Salesiani e dei pedoni, ma qualcuno, come segnala Catania Mobilita, ha pensato bene di abbatterli. Non toglierli,  ma abbassarli quel tanto che basta alle auto per poter passare e parcheggiare.

Perchè di parcheggio, in fondo, non ce n’è mai abbastanza.

La scelta di inserire le delimitazioni, però, non erano a favore esclusivo dei pedoni. Quando tra gli anni ’60 e ’70 si è deciso l’allargamento del viale Mario Rapisardi,  ci si è accorti che l’area in oggetto è cava. Al di sotto di questa, infattki, si trovano dei locali dell’edificio dei Salesiani, rendendo così inadatto il tratto alla circolazione e ovviamente alla sosta.
Per evitare, quindi, eventuali crolli del manto stradale e vietare il passaggio di auto, si è proceduto alla delimitazione della strada grazie ai paletti dissuasori.

Mobilita Catania si chiede se il pericolo di cedimento sia tuttora reale o se nel frattempo sono stati svolti lavori di messa in sicurezza, che rendono superflua la delimitazione della strada.”

Ma al catanese “furbo” non importa, l’importante è il parcheggio. Non importa se ancora c’è il vuoto sotto di sè e potrebbe cedere il manto come qualche mese fa successe a Valverde; non importa se, con le possibili piogge, qualcuno potrebbe sbattere contro quei paletti; non importa neanche se, almeno quel tratto, potrebbe essere utilizzato da pedoni. L’importante è trovare parcheggio davanti alla meta.

fonte foto facebook Lungomare Liberato

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button