fbpx
CronachePalermo

Palermo ricorda Padre Puglisi

Inaugurata nel quartiere Brancaccio la “Casa Santa Rosa Venerini” in un immobile confiscato alla mafia. E’ una delle iniziative previste nell’ambito delle celebrazioni per il 22esimo anniversario della morte di padre Pino Puglisi, ucciso da Cosa nostra il 15 settembre 1993. Venti giorni di incontri e iniziative nel segno del sacerdote coraggio assassinato nel giorno del suo compleanno. Un fitto programma che da oggi fino al 30 settembre.

Il centro Padre nostro, in collaborazione con il Comune, ha deciso di fare dell’immobile – in via Andrea Biondo – un centro per adolescenti e anziani che da gennaio ospiterà anche un gruppo di suore “maestre pie Venerini di Santa Rosa”, per avviare delle iniziative solidali con la parrocchia di San Gaetano, a Brancaccio.

Tra le attività previste in ricordo del beato Puglisi c’è anche un’opera di riqualificazione nel quartiere di San Pietro, realizzata da Unicredit con un contributo di circa 15 mila euro. Il culmine sarà il conferimento, da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, della medaglia d’oro al valore civile al beato Puglisi che sarà ritirata dai fratelli Francesco e Gaetano, accompagnati dal presidente del centro Padre nostro, Maurizio Artale. La cerimonia di consegna si terrà al Quirinale il 24 settembre, alle 12.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button