fbpx
News in evidenzaPalermo

Palermo: il volto dell’uomo che ha bruciato vivo il senzatetto

Palermo – Dopo essere stato fermato dagli agenti di polizia un uomo, incolpato di avere arso vivo un clochard (articolo Palermo: clochard bruciato vivo in Piazza Cappuccini) ha confessato l’omicidio.

Il clochard non è stato ucciso per motivi razionali, ma semplicemente per gelosia.

La vittima si chiama Marcello Cimino, il carnefice è un benzinaio e si chiama Giuseppe Pecoraro.

Entrambi 45enni, entrambi separati, entrambi uomini distrutti: Cimino aveva una casa ma aveva deciso di vivere per strada dopo il divorzio, Pecoraro invece dopo la separazione della moglie aveva una casa ma, forse a causa delle spese per il mantenimento, spesso era costretto a mangiare nella mensa sociale dove appunto ha conosciuto il povero Marcello Cimino.

Di Cimino, ex idraulico, possiamo dire che in tanti hanno parlato bene di lui, in pochi, però, forse sono riusciti realmente ad aiutarlo. Se avesse vissuto in casa forse sarebbe ancora vivo.

FOTO: ANSA

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button