fbpx
CronachePalermo

Palermo, 17enne violenta una donna in un vagone abbandonato, denunciato

Gli agenti della polizia ferroviaria hanno risolto, in breve tempo, un caso di violenza sessuale avvenuto alla stazione centrale di Palermo, all’interno di un vagone abbandonato. Gli investigatori hanno raccolto la drammatica denuncia di una donna palermitana, di 44 anni, che ha raccontato di essere stata violentata all’interno di una carrozza abbandonata nello scalo ferroviario.

La vittima, una donna senza tetto dal difficile passato e un presente fatto di povertà e miseria, ma tanta dignità, sarebbe stata attirata, con un pretesto, all’interno del vagone dove sono avvenuti gli abusi. Gli agenti, in seguito alla descrizione dell’aggressore fatta dalla donna, hanno battuto la zona, palmo a palmo, individuando il presunto responsabile, un 17enne palermitano, nei pressi di piazza Giulio Cesare.

Il minorenne è stato riconosciuto dalla vittima e presso il suo domicilio sono stati trovati i vestiti ancora sporchi, indossati il giorno della violenza. Il giovane è stato denunciato a piede libero. Inoltre, nell’ambito dell’attività di servizio della polizia ferroviaria e di assistenza ai viaggiatori in partenza dalla stazione centrale, è stato arrestato un cittadino afghano, senza fissa dimora, Hasif Zarif, con precedenti specifici. L’uomo si e’ barricato in uno scompartimento del TV 730, in partenza per Roma, pretendendo di raggiungere la capitale senza biglietto. L’intervento degli agenti della polfer ha consentito la regolare partenza del treno. Tuttavia, a causa della resistenza opposta dallo straniero, anche con calci, due poliziotti hanno riportato traumi giudicati guaribili in 3 giorni. Così il cittadino afghano è stato arrestato per resistenza, violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

mazo

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button