fbpx
Sport

Palazzolo-Acireale 1-1: i granata acesi ottengono un ottimo pareggio

Si è giocato ieri pomeriggio allo stadio “Scrofani Sallustio” di Palazzolo Acreide, l’anticipo della nona giornata del campionato di Eccellenza girone B. La sfida fra la formazione gialloverde locale e l’Acireale è terminata con un pareggio per 1-1. Le reti dell’incontro sono tutte arrivate nel primo tempo: al vantaggio trovato all’8′ dal bomber palazzolese Strano su calcio di rigore, ha infatti risposto al 35′ il difensore centrale acese Zappalà, abile a segnare grazie ad una zampata vincente sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Sull’andamento della partita pesa il discutibile arbitraggio del signor Cusumano di Caltanissetta, sulla cui direzione entrambe le formazioni hanno da recriminare: il Palazzolo per il pareggio di Zappalà, secondo loro propiziato da un presunto fallo di carica sul portiere, e l’Acireale si lamenta per le due espulsioni del terzino Vittorio al 44′ e del centrocampista Millesi al 52′. Mentre sulla prima espulsione si è trattato di una doppia ammonizione, le proteste dei granata si concentrano soprattutto sul cartellino rosso diretto nei confronti di Millesi per delle presunte frasi di insulto verso il guardalinee non meglio specificate, un episodio che ha lasciato perplessi tutti i presenti a Palazzolo. La doppia superiorità numerica dei padroni di casa è stata parzialmente annullata dall’espulsione di Quarto al 75′.

In attesa delle sfide di oggi, con questo pareggio l’Acireale sale a 15 punti in classifica e si insedia momentaneamente in zona play off, ma i granata dopo il terzo pari consecutivo, non riescono a decollare in classifica e continuano nel loro campionato al di sotto delle aspettative di tifosi ed addetti ai lavori.

Tuttavia, bisogna evidenziare degli aspetti positivi dopo il pareggio di ieri. Infatti, tenendo conto di come si era messa la partita, con l’Acireale costretto a giocare per oltre un tempo con l’inferiorità numerica e per una ventina di minuti addirittura in nove uomini contro undici, per i granata di mister Ezio Raciti si è trattato di un ottimo pareggio. Si tratta di un pareggio con un valore maggiore rispetto a quelli contro Sporting Viagrande e Rosolini.

Inoltre, per evidenziare l’importanza del risultato di Palazzolo, bisogna aggiungere che l’Acireale giocava contro una squadra in piena forma, la quale proveniva da ben quattro vittorie consecutive. L’Acireale ha insomma offerto una prova di grande compattezza e sacrificio, la quale aumenta di valore se si aggiunge che i granata non si presentavano all’impegno al massimo della condizione fisica dato che allo “Scrofani Sallustio”, hanno giocato la terza partita nel giro di soli sei giorni. Nonostante tutto, l’Acireale ha tenuto bene il campo, sapendo contenere con efficacia ed esperienza gli assalti del Palazzolo, ottenendo così il massimo possibile in una situazione particolarmente difficile e mantenendo ancora la propria imbattibilità stagionale.

Come detto, finora il percorso in campionato fatto dall’Acireale in campionato, resta deludente per il valore e per le potenzialità dell’organico, però ieri i granata hanno dimostrato di essere una squadra viva, di grande personalità, la quale non molla mai neppure di fronte a situazioni parecchio complicate, tutte delle note positive da cui si può ripartire per il proseguimento di questo torneo. La prestazione di lotta, di sofferenza e di sacrificio dell’Acireale, è stata accolta con grande soddisfazione da parte dei tifosi acesi presenti allo “Scrofani Sallustio”.

Fonte foto: Emanuela Volcan.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button