fbpx
News

Palazzo delle Poste diventerà cittadella universitaria

Concorsi di progettazione nell'agenda delle istituzioni siciliane

Amaro: «Più opportunità per i professionisti per una maggiore qualità dei progetti»

Il Palazzo delle Poste di viale Africa finalmente vedrà uno sviluppo alla sua esistenza. L’ex Posta che da tanti anni langue come un relitto arenato sulla spiaggia, forse, sarà al centro di progetti utili e innovativi.

Probabilmente non si tratterà di una nuova vita ma del suo abbattimento per lasciare il posto ad un progetto audace di architettura contemporanea.

Uno strumento per garantire qualità ed efficienza per la realizzazione di opere pubbliche

 «Il nostro appello per l’adozione dei concorsi di progettazione finalmente trova riscontro nelle scelte politiche strategiche»

«Esprimiamo soddisfazione – afferma il presidente dell’Ordine Architetti PPC di Catania Alessandro Amaro – per le dichiarazioni dell’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone in merito all’intervento sull’ex Palazzo delle Poste di viale Africa, destinato a diventare la nuova cittadella giudiziaria del capoluogo etneo».

I fondi per l’area dell’ex Palazzo delle Poste derivano dalla recente delibera della Regione Siciliana che rientrano del Patto per la Sicilia. L’assessore Falcone ha infatti annunciato che si procederà prima alla demolizione. La prospettiva è di far partire i lavori all’inizio del 2020. L’obiettivo è un progetto architettonico di altissimo profilo.

Un notevole risparmio di tempo e denaro

«Una decisione che certamente nasce anche grazie al confronto con il nostro Ordine». Continua il presidente degli architetti etnei che hanno «messo gratuitamente a disposizione delle pubbliche amministrazioni la piattaforma del Consiglio Nazionale Architetti PPC tramite cui gestire la procedura del concorso di progettazione in due fasi»

In questo modo si nota un notevole risparmio, secondo Alessandro Amaro, di denaro e tempo. Allo stesso modo si garantisce trasparenza e legalità.

Concorso di progettazione aperto a tutti i professionisti interessati a partecipare

All’area dell’Ex Palazzo delle Poste potranno partecipare al progetto dedicato , professionisti siciliani e non. Architetti affermati o giovani talenti.

«La Sicilia – afferma Amaro – è stata la prima regione italiana ad approvare il decreto sui bandi-tipo per l’affidamento di servizi, con un modello normativo di riferimento da utilizzare per le opere pubbliche. Il concorso di progettazione è una buona prassi che speriamo si concretizzi anche in chiave locale sul territorio di Catania, grazie al dialogo e alla collaborazione avviata in questa direzione con l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Pogliese. Auspichiamo che la stessa metodologia possa essere accolta anche per importanti progetti privati, avviando una stagione di opportunità per la nostra città e di sana competizione per i suoi professionisti».

AP

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button