fbpx
Cronache

Paesi etnei: inaugurata la nuova linea Ast “Dinamicobus”

La nuova linea di trasporto pubblico “DinamicoBus” a servizio dei paesi etnei è realtà: stamattina i rappresentanti delle amministrazioni comunali di Gravina di Catania, Mascalucia, Nicolosi, hanno effettuato il test della corsa operata dall’Azienda siciliana trasporti che collegherà in modo diretto l’area pedemontana con il centro urbano di Catania.

Il servizio partirà ufficialmente lunedì 11 febbraio 2019 con12 corse giornaliere che partiranno dalla piazza centrale di Nicolosi, con una fermata in via De Gasperi a Mascalucia per proseguire fino a Gravina con una fermata in prossimità del parco Padre Pio in via Gramsci e quindi verso la fermata della metropolitana “Borgo” a Catania. 

A bordo della vettura erano presenti Massimilano Giammusso, Vincenzo Magra e Angelo Pulvirenti – rispettivamente sindaci di Gravina, Mascalucia e Nicolosi – e il presidente dell’Ast Gaetano Tafuri. Ad accogliere l’arrivo del Bus in piazza Cavour c’era il sindaco della Città Metropolitana di Catania Salvo Pogliese.

«Oggi abbiamo dato il via a questo nuovo servizio che fornirà un alternativa efficace in grado di garantire ai cittadini delle tre comunità coinvolte di potersi recare a Catania in circa 30 minuti – ha commentato il sindaco di Gravina di Catania Massimiliano Giammusso – questo consentirà a molte persone di lasciare l’auto a casa e spostarsi al semplice costo del biglietto: 1,90 euro la corsa semplice e 3 euro andata e ritorno. E sono validi gli abbonamenti Ast e le agevolazioni di rimborso già previste per le fasce più deboli. In questa maniera contribuiremo inoltre a ridurre il traffico veicolare che investe le principali arterie di questi Comuni. Desidero ringraziare il presidente dell’Ast Gaetano Tafuri per la disponibilità e l’assessore regionale ai trasporti Marco Falcone per il coordinamento».

Gli ha fatto il sindaco di Mascalucia Vincenzo Magra che ha espresso soddisfazione per «la partecipazione e il risultato ottenuto, con la corsa che ha addirittura anticipato i tempi previsti arrivando qualche minuto prima rispetto alla tabella di marcia. Tutto questo ci fa ben sperare per la prosecuzione di questo importante progetto creato per favorire i nostri concittadini e per snellire il traffico. Adesso stiamo già lavorando per integrare questo servizio di bus rapido aggiungendo una navetta interna in maniera da includere anche le zone periferiche come Massannunziata, permettendo così un collegamento totale con la nostra area di competenza».

Il sindaco di Nicolosi Angelo Pulvirenti ha commentato: «Per il nostro territorio si tratta di un passo aggiuntivo verso una mobilità sostenibile. È anche di un esempio positivo di collaborazione tra amministrazioni che testimonia come si possano raggiungere risultati che vanno a beneficio di tutti i cittadini residenti nell’area. Nel nostro caso la direttrice Nicolosi-Mascalucia-Gravina è un asse viario strategico anche per i flussi turistici verso l’Etna. L’obiettivo congiunto è quello di dare risposte concrete in termini di efficienza e funzionalità del trasporto pubblico locale».

In conclusione è intervenuto il presidente Ast Gaetano Tafuri che ha dichiarato: «Siamo venuti incontro volentieri alla specifica domanda di mobilità di queste amministrazioni anche nell’ottica del rilancio dell’Ast, che rimane un attore importante del trasporto pubblico locale. L’obiettivo sarà quello di migliorare sempre di più il servizio anche coinvolgendo l’amministrazione della Città Metropolitana di Catania».


E.F.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.