fbpx
Food

Paccheri con ricotta, vellutata di carote, menta, finocchietto selvatico e polvere di capperi di Pantelleria: la ricetta firmata Seby Sorbello

Oggi voglio realmente donarvi una ricetta di stagione. È momenti di procurarsi le materie prime e mi
raccomando… scegliete prodotti di qualità.

Iniziamo!

Paccheri con ricotta, vellutata di carote, menta, finocchietto selvatico e polvere di capperi di Pantelleria

La ricetta:

INGR. PER 6 PORZIONI
-420gr. paccheri;
-300gr. ricotta di pecora;
-4 carote;
-1 patata;
-10 foglie di menta;
-1 mazzetto di finocchietto selvatico;
-GR 50 capperi di Pantelleria salati;
-Sale qb;
-Olio evo qb

PROCEDIMENTO:

Pelate le carote e le patate, tagliatele a rondelle. Rosolate poi in padella con olio evo, coprite con acqua e
portare a cottura. Sistemate di sale e frullate insieme alla menta fino ad ottenere un composto cremoso. Lavorate adesso la ricotta in un bacinella con olio evo e finocchietto selvatico tritato. Sistemate di sale e
dressare in un sac a poche.

Dissalate i capperi ed fateli asciugare in forno a 80° per 4 ore. Con il frullatore ridurre i capperi essiccati in
polvere. È il momento di cuocere i paccheri in abbondante acqua salata. Scolateli e riempiteli con la ricotta. Adagiate sul fondo del piatto la vellutata di carote, disponete sopra i paccheri in piedi e completate con
la polvere di capperi, qualche fogliolina di menta e dei ciuffetti di finocchietto.

Provate la mia ricetta e pubblicatela sui vostri canali social, non dimenticate di taggarmi. Sono curioso di
avere il vostro feedback e vedere i vostri piatti!

FB: Seby Sorbello – Sabir Gourmanderie | Facebook

IG: Seby Sorbello (@sebysorbello) 

Mostra di più

Seby Sorbello

Nasce nel 1975 a Zafferana, alle pendici dell’Etna, da una mamma altrettanto vulcanica, la Signora Enza Cutuli, stimata professoressa negli Istituti Alberghieri, grande appassionata di cucina ed imprenditrice turistica. E già il sentiero che avrebbe preso il piccolo Sebastiano era segnato: nato, praticamente, tra pentole, tegami e fornelli! Si diploma al liceo linguistico e prende confidenza con la cucina del ristorante di famiglia, dove due volte l’anno si organizzano le settimane gastronomiche, con chef regionali, nazionali e internazionali. Seby fa tesoro di queste esperienze e dopo gli studi inizia realmente la professione di Chef. Da lì è un crescendo di collaborazioni e di successi.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button