fbpx
CronachePrimo Piano

Dopo quattro anni di ostacoli burocratici apre il chiosco “La spina”

Dopo tanti ostacoli burocratici, il chiosco di Ketty e Rosario a Catania, è finalmente aperto.

Quattro anni di cavilli burocratici e controlli.

Ci sono voluti quattro anni, tanti controlli, infiniti cavilli burocratici e un servizio del programma televisivo Le Iene per poter inaugurare il chiosco dei due coniugi.

La coppia aveva investito tutti suoi risparmi in quella attività, ma dopo aver portato a termine tutti i lavori, la burocrazia li ha immediatamente bloccati.

Infatti, un esposto anonimo ha fermato l’apertura. Nel documento, il chiosco veniva presentato come posto sulla riva di un canale e dunque non a norma secondo un regio decreto del 1904. La faccenda però risultava poco chiara in quanto, sempre nella stessa zona erano presenti numerose attività commerciali.

Successivamente sono piombate le tantissime ispezioni da parte della segreteria generale del comune di Catania, del capo del gabinetto, dello sviluppo attività produttive, dell’agenzia del demanio, della direzione regionale Sicilia, dell’ufficio del genio civile, dell’arta, dell’asp igiene pubblica, della direzione urbanistica, del corpo di polizia municipale, dalla direzione protezione civile e pubblica incolumità.

Il chiosco “La spina” è finalmente aperto

Passati quattro anni da incubo, grazie al servizio dell’inviato delle Iene, Silvio Schembri, la situazione ha preso la giusta piega e il chiosco è finalmente aperto.

«Grazie Iene, il grande giorno è arrivato. Il chiosco ‘La spina’ è aperto» dichiarano entusiasti Ketty e Rosario in un video postato nel sito Mediaset delle Iene.

EG.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker