fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Ospedale di Acireale: ancora caos al P.S. Malati nei corridoi – FOTO

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”. La prima parte dell’articolo numero 32 della costituzione della Repubblica italiana è abbastanza chiaro: la salute del cittadino è un diritto che va tutelato e di conseguenza questo concetto va a coinvolgere anche tutti i servizi collegati alla sanità.

Tuttavia, in base alla situazione vissuta ogni giorno al pronto soccorso dell’ospedale di Acireale, i precetti della costituzione italiana non trovano una dovuta applicazione. Come documentato dalle fotografie a noi inviate da un lettore, il pronto soccorso acese continua a trovarsi in una situazione di costante caos: basti pensare che i degenti stazionano nei corridoi del P. S., in mancanza di spazi in un’astanteria spesso affollata da malati che aspettano il ricovero nei rispettivi reparti anche per diversi giorni, come testimoniato da alcuni utenti.

La situazione di disagio coinvolge anche i familiari dei malati, i quali forniscono assistenza e conforto ai propri parenti, ma che spesso sono costretti persino a portarsi le sedie da casa. Sono questi i frutti dei tagli regionali alla sanità siciliana che fanno sentire il proprio peso anche sul nosocomio acese, il quale soprattutto nel suo pronto soccorso soffre in modo evidente il ridimensionamento dell’ospedale di Giarre.

Oltre che i malati ed i loro parenti, la situazione di costante disagio coinvolge pure il personale medico ed infermieristico, spesso costretto ad operare in un numero ridotto rispetto alle esigenze di una vasta e sproporzionata utenza proveniente anche dai Comuni un tempo serviti dall’ospedale di Giarre.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button