fbpx
CronacheNews in evidenzaPalermo

Ospedale Civico e Di Cristina: bassi tempi di reazione, ottimi risultati

Palermo – Nello scorso mese di dicembre i tempi medi di affidamento e “sbarellamento” dei pazienti nelle aree di emergenza dell’ospedale Di Cristina e dell’ospedale Civico sono stati rispettivamente inferiori ai 15 e 30 minuti, i più bassi tra tutti gli ospedali palermitani come peraltro documentato dal periodico report prodotto a cura della centrale operativa del 118.

“Questi risultati – sottolinea il direttore generale dell’Arnas Civico-Di Cristina-Benfratelli Giovanni Migliore – contribuiscono in modo significativo al regolare funzionamento del sistema di emergenza urgenza, rendendo disponibile al servizio un numero maggiore di ambulanze rispetto alle altre strutture ospedaliere cittadine, che nel medesimo periodo hanno fatto registrare attese di 45 minuti all’ospedale Ingrassia, 50 minuti al Policlinico, 70 minuti al Cervello e 92 minuti a Villa Sofia”.

Nell’esprimere soddisfazione per i risultati raggiunti, il direttore generale “ringrazia i professionisti dell’emergenza di Arnas Civico che quotidianamente svolgono un impegnativo lavoro al servizio dei pazienti”.

“Gli interventi edilizi attualmente in itinere per la realizzazione della nuova area d’emergenza, con spazi assistenziali triplicati e logisticamente più efficienti – aggiunge Migliore – consentiranno in tempi brevi un notevole miglioramento della qualità dell’assistenza. Il nuovo pronto soccorso potrà contare su un reparto di radiologia dedicato, con Tac di ultima generazione e su un sistema di posta pneumatica per il trasferimento dei prelievi al laboratorio. Le attività sanitarie, incluse quelle di ricovero e di osservazione breve intensiva, saranno organizzate su un unico livello con una superficie di circa 1600 mq”.

“I lavori si protrarranno sino al 30 giugno 2017 – spiega il direttore generale – e impongono la temporanea riduzione degli spazi a disposizione delle attività sanitarie, che in questo periodo potranno quindi essere gravate da un comprensibile rallentamento. E’ stato pertanto deciso di implementare la dotazione organica dell’area di emergenza, onde garantire un miglioramento delle prestazioni. Pertanto, nei giorni di domani e dopodomani, sono stati convocati circa 150 professionisti, tra medici e infermieri, per avviare le procedure di assunzione a tempo determinato”.

Ansa

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button