fbpx
CronacheNews in evidenza

Ormeggio Defend Europe, sit-in di fronte alla Prefettura a Catania

«Siamo qui perché crediamo sia necessario protestare contro il possibile arrivo della nave “Defend Europe”, portatrice di messaggi nazifascisti. Questa battaglia riguarda tutti gli italiani, e anche la nostra Costituzione che, ricordiamolo, è fondata sui principi della democrazia».

Era colorata dalle bandiere del sindacato catanese oggi pomeriggio via Etnea; di fronte alla Prefettura, Cgil, CISL e UIL hanno detto “no” ad iniziative che promettono di ostacolare le operazioni di salvataggio in mare dei migranti da parte delle unità navali preposte a questo fine e delle Ong. Presenti all’incontro le segreterie delle tre sigle sindacali.

«Il tema dei migranti va trattato con grande serietà e di certo non chiudendo le porte erga omnes, ma rivedendo la politica dell’immigrazione e i corridoi umanitari senza caricare l’intera responsabilità sulle spalle del nostro Paese. Chiediamo al sindaco e al prefetto di Catania di non consentire l’ormeggio a navi come la “C Star” o ad altre portatrici di azioni e intenzioni analogamente fasciste. Di fronte all’idea di ostacolare le operazioni di soccorso in mare, nessun Porto può accettare l’accoglienza di un qualsiasi natante. L’iniziativa è inquietante e manca di rispetto alla vita stessa. Di fronte a questo, nessun ragionamento di opposizione può essere considerato veramente tale e dunque accettato», hanno spiegato i segretari Giacomo Rota per la Cgil, Maurizio Attanasio per la CISL ed Enza Meli per la UIL.

Nel corso della protesta, una delegazione di sindacalisti è stata ricevuta in Prefettura.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button