fbpx
FoodLifeStyle

Cordai premiato dalla FIC

Orazio Cordai è stato premiato dalla Federazione Italiana Cuochi durante il trentesimo congresso nazionale tenutosi a Catania.

Il congresso

premio ad orazio cordai

La Federazione Italiana Cuochi in collaborazione con l’Unione Regionale Cuochi Siciliani ha portato in scena a Catania il gusto della cucina d’eccellenza.

Dal 31 marzo al 2 aprile la città ha infatti ospitato il trentesimo congresso nazionale della FIC.

Un appuntamento esclusivo per il settore professionale della ristorazione e anche un grande progetto di rilancio per il dibattito sull’offerta dell’enogastronomia territoriale.

Orazio Cordai

orazio cordaiClasse 1969, Orazio Cordai ha indossato il cappello da cuoco già in tenerissima età.

Da circa 70 anni, infatti, ad Acireale la famiglia Cordai scrive la storia della ristorazione ed in modo particolare quella delle crispelle.

Che siano alla ricotta o con le acciughe nell’acese, quando si parla di queste prelibatezze, si parla di Cordai!

Proprio per le sue famosissime crispelle, Orazio Cordai ha ritirato un premio durante il congresso appena concluso.

«Ero talmente emozionato da non riuscire a pronunciare più di quattro parole», ci ha detto al telefono.

«Voglio dedicare questo premio a mio padre e sono felicissimo di condividerlo con gli chef Seby Sorbello e Simone Strano».

Un riconoscimento meritato quello assegnato dalla FIC al cuoco, a cui abbiamo chiesto quale sia il segreto per la preparazione di un piatto così buono.

«Questo è un mestiere difficile da fare se non si ha la giusta passione», afferma il cuoco.

«Di base sicuramente ci vuole attenzione nella scelta delle materie prime, ma il vero ingrediente segreto è l’amore che metto nel mio lavoro».

Punto di riferimento per Acireale e dintorni, la crispelleria Cordai è in effetti un marchio affermato e riconosciuto, sinonimo di gusto e qualità.

«Al momento siamo attivi in una struttura provvisoria», ci dice ancora Orazio. «Ma a breve, apriremo un nuovo punto vendita».

Nella zona della vecchia stazione, proprio vicino al quartiere del “carmine”, dove per anni ha gestito un locale Orazio Cordai, aprirà infatti a breve una nuova crispelleria.

Gli acesi sentono già l’acquolina in bocca!

Leggi anche:

Crispelle, sfincioni, zeppole e iris: il re a Catania è Orazio Cordai

Tags
Mostra di più
Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.