fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Omicidio Piana di Catania: spunta un secondo guardiano

Giuseppe Sallemi, il guardiano del fondo agricolo che ha ucciso due ladri di arance e ferito il terzo, non avrebbe agito da solo.

La sparatoria in un agrumeto nella piana di Catania avvenuta la scorsa settimana assume contorni sempre più definiti. Secondo quanto dichiarato da Gregorio Signorelli, 36 anni, l’unico superstite, i guardiani erano due. Mentre l’uomo si trovava nel fondo agricolo, infatti, Sallemi avrebbe chiamato a supporto anche un certo Luciano e con lui avrebbe iniziato a sparare ai tre con i fucili.

Le informazioni fornite dai proprietari dei terreni hanno permesso di rintracciare Luciano Giammellaro, 70 anni, delineando così “l’abusiva attività di guardiania che si svolge in quella zona agricola, svolta da Sallemi in compagnia del Giammellaro. Quest’ultimo, diversamente dal primo, non legato da alcuna dipendenza lavorativa con le aziende agricole e formalmente mero pensionato”.

Individuato dai carabinieri, l’uomo si trova attualmente nel carcere di Contrada Cavadonna a Siracusa in attesa della convalida del fermo dal Gip.

E.G.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker