fbpx
EconomiaPrimo Piano

Oltre tre milioni per risarcire le aziende agricole dalle calamità in Sicilia

Le aziende agricole colpite da calamità naturali saranno aiutate economicamente per far fronte ai danni subiti.

È quanto annunciato da Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome: «La Conferenza delle Regioni ha approvato la proposta di prelevamento dal Fondo di solidarietà nazionale e riparto fra le Regioni di 15 milioni euro per gli interventi compensativi dei danni agricoli alle aziende colpite da calamità naturali ed eventi climatici avversi».

Il decreto legge n. 8 del 2017 per il ristoro dei danni provocati dalla siccità del 2017 o dalle gelate del mese di aprirle assicura una suddivisione di 15milioni di euro disponibili per ogni riparazione. Ed è stato questo il punto centrale della Conferenza Stato-Regioni.

«Servirebbe di più rispetto ai danni provocati, ma comunque sono già queste risorse fondamentali – continua Bonaccini – per far ripartite un settore, come quello agricolo, indebolito dai cambiamenti climatici. Gli interventi potranno aiutare anche alla ripresa e al rilancio della nostra agricoltura. È un segnale importante di sostegno alle imprese, per non sentirsi più sole rispetto agli eventi».

Dopo i disagi avvenuti del 2017 e nel 2018 nelle province di Ragusa e Siracusa, l’esponente del governo Musumeci ha divulgato il provvedimento che indirizza alla Sicilia oltre tre milioni di euro sui quindici disponibili. 

«Si tratta di uno strumento che, negli anni, era stato abbandonato a se stesso e mai riattivato e rifinanziato. Abbiamo investito 10 milioni di euro e credo che anche questo, insieme allo stanziamento nazionale, sia un ottimo risultato» sottolinea l’assessore regionale all’agricoltura Edy Bandiera.

Il Fondo di solidarietà nazionale vuole sostenere economicamente tutte le attività colpite rovinosamente da calamità naturali o eventi climatici avversi, epizoozie, fitopatie nell’obiettivo di ristabilire un equilibrio economico e produttivo dell’impresa agricola.

Il Fondo di 15.000.000 euro è così diviso: Piemonte 700.479, Valle d’Aosta 12.810, Liguria 36.733, Lombardia 17.871, Veneto 374.416, Emilia Romagna 1.830.609, Toscana 1.408.676, Umbria 541.163, Marche 368.712, Lazio 1.569.606, Campania 1.158.843, Molise 205.663, Calabria 1.905.261, Sicilia 3.085.197, Sardegna 1.783.961.

EG.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker