fbpx
Cronache

Oltre 153mila siciliani nella fascia 60-69 anni “no vax”

4.518.063 le dosi già somministrate in Sicilia dal 27 dicembre 2020 e ancora troppi siciliani non vaccinati: è il quadro che emerge dal report “Vax center Poste” sulle somministrazioni aggiornato al 203esimo giorno dall’apertura della campagna vaccinale.

Sempre meno cittadini si presentano negli hub vaccinali per la prima dose e le iniziate promosse dalla Regione come gli open day over 12 non hanno raccolto i risultati sperati.

Pfizer è il vaccino più inoculato

È il vaccino Pfizer/BioNTech quello più richiesto in Sicilia con una percentuale del 75% dei vaccinati. Segue il vaccino anglo-svedese AstraZeneca con il 12% circa dei vaccinati e il vaccino Moderna con una percentuale del 10%. Ultimo in classifica il Johnson il 2,2% circa

Provincia per Provincia

Tra le province si registrano più vaccinati a Palermo, Catania, Messina e Trapani. Caltanissetta e provincia, invece, detiene il primato per AstraZeneca con il 15% dei vaccinati con AstraZeneca

Non rassicuranti i numeri dei “no vax”: nella fascia di età 40-49 e 30-39 mancano all’appello rispettivamente il 43% e il 52% della popolazione.

Più confortanti le fasce più giovani dei 20-29 con il 50% già vaccinato mentre il 71% della fascia 12-19 non si è ancora vaccinato.

Boom di no vax tra le fasce più a rischio: gli over 80 sono ancora in 51mila siciliani (16%) non ancora vaccinati mentre cresce fino ad 89mila il numero dei siciliani 70-79 anni (19%)non vaccinati.

Oltre 153mila siciliani 60-69 non hanno ricevuto la prima dose mentre la percentuale è del 33,52% per gli over 50.

Male i piccoli Comuni

I piccoli Comuni della Sicilia centrale e orientale, invece, presentano numeri molto bassi con percentuali che scendono oltre il 45% di vaccinati contro il Covid.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button