fbpx
FoodLifeStyle

Olivette di Sant’Agata dolci tradizionali

Dolci tipici della tradizione catanese per ricordare la Santa protettrice

Sant’Agata protettrice della città di Catania si appresta ad essere festeggiata dai devoti e anche a tavola ci sono ricette dolci tipiche.

La tradizione racconta che questo dolce è legato ad un episodio avvenuto durante la vita di Agata.

Mentre era ricercata dai soldati di Quinziano, nel chinarsi per allacciare un calzare, vide sorgere davanti a sé una pianta di olivo selvatico che la nascose alla vista delle guardie e le diede i frutti per sfamarsi.

 I dolci a forma di olive sono preparati con mandorle pelate, zucchero e qualche goccia di liquore.

Ingredienti:
500 g di farina di mandorle o mandorle pelate
400 g di zucchero semolato
1/2 bicchiere d’acqua
2 cucchiai di liquore dolce
2 cucchiai di colorante verde

Versate la farina di mandorle in un tegame insieme allo zucchero e al colorante – Se usate le mandorle pelate tritatele con lo zucchero finemente-.

Aggiungere l’acqua a temperatura ambiente poco alla volta e lavorare il tutto fino a ottenere un impasto morbido.

Dopo cuocere a fiamma bassa per 15 minuti, continuando a mescolare bene il composto. Aggiungete infine il liquore.

Quando il composto sarà diventato tiepido, prelevate palline di pasta e modellate ciascuna a forma di oliva, quindi un po’ allungata. Passate le olivette di Sant’Agata nello zucchero semolato e lasciatele asciugare per 3-4 ore prima di servirle.

Consigli utili: è importante fare sciogliere lo zucchero a fiamma dolce e spegnere non appena inizia a filare: non deve assolutamente caramellarsi.
Se utilizzate delle mandorle appena sgusciate, sarebbe consigliabile sbollentarle, privarle della pellicina e poi tritarle o pestarle. Quindi cuocerle insieme allo zucchero e a un po’ d’acqua per circa 15 minuti. Poi procedere con l’aggiunta del rum e del colorante.
Se invece non avete tempo, potete sempre comprare della pasta reale già pronta, colorarla e poi procedere come descritto.
Per quanto riguarda la scelta del liquore, oltre al rum, la tradizione consiglia maraschino e Strega. Ma se tra gli invitati ci sono anche dei bambini, allora riservatene una parte senza liquore!
Photocredits: www.zagaraecedro.ifood.it
Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Leggi Anche
Close
Back to top button