fbpx
CronachePrimo Piano

Offre denaro agli agenti per fuggire: arrestato pusher di Grammichele

Un pusher 22enne, ai domiciliari, ha offerto denaro ad un agente per “chiudere un occhio” sulla sua fuga. È accaduto a Grammichele, dove i carabinieri hanno arrestato Giuseppe Gorgone poiché responsabile di evasione, detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, resistenza a pubblico ufficiale ed istigazione alla corruzione

I militari, mentre effettuavano un servizio di controllo del territorio, hanno riconosciuto il giovane che, pur essendo ristretto agli arresti domiciliari, circolava a bordo del suo ciclomotore in via Cialdini. Immediatamente è scattato l’inseguimento ma, il giovane,  avvedutosi della  presenza degli agenti ha cercato di scappare. Anzi, messo alle strette dalla pattuglia, fingeva di fermarsi salvo poi ripartire schivando, almeno per il momento, il pericolo per lui incombente.

La richiesta

Infatti poco dopo, chiesto ausilio ad altro personale in zona, i Carabinieri riuscivano a bloccare il giovane proprio sotto la propria abitazione. Ma questo punto, ecco il primo colpo di scena. Gorgone, per guadagnarsi l’impunità avrebbe offerto soldi all’esterrefatto militare: «…hai bisogno di soldi? Lasciami andare, fai finta di niente, ci possiamo sistemare, volete soldi?».

Facile immaginare la reazione del carabiniere che, per tutta risposta gli preannunciava che avrebbero dovuto anche perquisire l’abitazione. Ma il giovane, per nulla intimorito, avrebbe continuato dicendo: «Lasciami andare, vado via non mi faccio più vedere, vado in Germania».

La successiva perquisizione effettuata nell’abitazione dell’evaso, poi, spiegava il motivo di tanta animata richiesta ai carabinieri. Il 22enne, infatti, nascondeva 21 dosi di cocaina, un bilancino di precisione, una pistola scacciacani, nonché 5.644 euro in contanti. Ultima chicca della quale il ragazzo dovrà dar conto, come se non bastasse, è la percezione del reddito di cittadinanza.

L’arrestato è stato associato al carcere di Caltagirone.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker