fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Nuovo sbarco di migranti, i volti di chi ce l’ha fatta, :” Bastava pagare”

Palermo- Approdati stamane al Porto di Palermo 400 immigrati, tra i quali 130 minori.

Dopo l’ultima emergenza migranti salvati nel Canale di Sicilia, avvenuta qualche giorno fa, che ha permesso il salvataggio di centinaia di vite, ecco i volti di alcuni dei 4.400, di chi ce l’ha fatta, di chi sorride perché è vivo.

E’ a bordo della nave ‘Ubaldo Diciotti’, che i marinai della Capitaneria, per eseguire le procedure di identificazione,  scattano delle foto ad ognuno di loro con in mano un numero, il numero di una nuova vita; e sorridono.

Un numero di minori piuttosto alto che a Palermo saranno abbandonati a se stessi, essendo senza alcun tipo di accompagnatore; secondo il Sindaco Leoluca, è il numero più alto di profughi in età minore mai approdato.

Ma loro sorridono, sorridono tutti, sorridono e attraverso il proprio volto, raccontano la propria storia abbandonando il passato.
Sorridono tutti ma in maniera diversa: chi messo in posa mostra tutti i denti, chi fa un sorriso appena accennato, chi sorride come se avesse appena vinto i mondiali e poi c’è chi sorride perché c’è ancora speranza.

Le parole di  Allababidi, ingegnere di 32 anni: “A causa della guerra, a noi siriani in Egitto concedono ormai solo un visto di sei mesi per turismo. Così, ho deciso di raggiungere i miei familiari in Olanda”.

Gli è stato chiesto di pagare due mila dollari, stessa cifra che è stata pagata per i 243 uomini, le 60 donne e i 56 minorenni del peschereccio blu salvato.
Non importa l’età o il sesso, anche per l’unico neonato a borsa la cifra è stata quella.

Per quello che ci riporta la Repubblica, non è stato difficile per lui rintracciare il recapito dei trafficanti di uomini. “Ho cercato su Google, e con mio zio abbiamo organizzato un viaggio di fortuna senza troppi problemi. Bastava pagare“.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker